Muore il palermitano “Jamba” Giuseppe Giambertone, sottoposto al tampone

Tragedia a Londra dove è morto il rapper palermitano Giuseppe Giambertone. Il palermitano, 38 anni, è conosciuto negli ambienti musicali come Jamba e si era trasferito a Londra da qualche anno per lavoro.

In seguito alla tragedia è stato eseguito il tampone post mortem sul corpo del rapper. Adesso si attende l’esito. Giuseppe è morto nel reparto di terapia intensiva in uno degli ospedali di Londra.

I suoi profili Facebook e Instagram sono stati  inondati da messaggi di dolore. Gli artisti siciliani e non solo celebrano così la morte del rapper palermitano Giuseppe Giambertone, in arte Jamba, deceduto a Londra la notte tra mercoledì e giovedì. Il rapper Othelloman scrive «Sto lentamente realizzando. È assurdo» e Davide Shorty «Mancherai fratello. Fa male, ma rinasceremo. Rap in peace Jamba».

Il rapper palermitano era attivo da oltre 20 anni nella scena rap.  Giuseppe Giambertone aveva collaborato con nomi altisonanti della musica rap da Inoki,  a Stokka & Buddy a Bras. Nomi noti della scena hip hop italiana.

Il corpo di Jamba, che da tempo soffriva di diabete, sarà sottoposto, sempre a Londra, a un tampone, per capire se la causa della morte è stata il Covid 19. Gli amici hanno aperto una sottoscrizione per aiutare la famiglia.

“Oggi ho perso un fratello, una delle persone più importanti della mia vita. Una figura sempre positiva, amata e stimata da tutti e che ha fatto crescere in maniera esponenziale la musica rap e la cultura Hip Hop a Palermo. Oggi è morto un guerriero ma la lotta continua”. Lo scrive Brass sul suo profilo Facebook.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.