Troppa gente in giro, passeggiate e bagni a Mondello (VIDEO)

Gli appelli del sindaco di Palermo sono rimasti inascoltati, arriva la chiusura di spiagge e spazi verdi

Non è bastata la strigliata di ieri di Leoluca Orlando che ha chiesto alla prefettura e alla questura maggiori controlli nelle spiagge. Questa mattina la spiaggia di Mondello è tornata a popolari di bagnanti.

Non il tutto esaurito ma una folla composta di persone ha occupato la spiaggia approfittando della bella giornata. Qualcuno ha colto l’occasione anche per fare il promo bagno della stagione.

Come dimostrano le immagini delle Webcam piazzate a Mondello, consultabili su skylinewebcams.com anche la piazza della borgata marinara palermitana era piena di gente che passeggiava godendo del sole e del caldo.

Si è svegliato pieno di persona anche il Foro Italico. Lo spazio pubblico palermitano era pieno di gente nonostante gli inviti alla responsabilità in questa fase 2 di emergenza Coronavirus.

Gli appelli del sindaco di Palermo sono rimasti inascoltati. “Avevo previsto questo rischio e avevo fatto appello al senso di responsabilità dei cittadini. Un senso di responsabilità che migliaia di persone non hanno dimostrato, con comportamenti ben oltre i limiti dell’incoscienza che mettono a gravissimo rischio la salute della nostra comunità che non può permettersi un ritorno indietro”. Lo ha detto Orlando commentando le immagini dei luoghi di attrazione presi d’assalto.

“Forse non è chiaro che basta un semplice ritorno all’aumento dei casi positivi perché si torni al blocco totale di ogni attività economica e sociale. Con conseguenze difficilmente immaginabili. Di fronte a questi comportamenti gravissimi e di fronte al loro numero spropositato, con decine di migliaia di persone a spasso, non ci sono controlli che possano tenere, non c’è presenza di forze dell’ordine che possa prevenire e reprimere. Oggi abbiamo voluto e dovevamo testare il senso di responsabilità dei cittadini. Ma se, come sembra, non c’è questa assunzione di responsabilità, sarà necessario già nelle prossime ore, d’intesa con le competenti autorità e con le stesse forze dell’ordine, un provvedimento drastico di inibizione dell’accesso alle aree pubbliche che oggi sono state prese d’assalto.”