Tenta di corrompere Carabiniere con 50 euro per evitare multa, scatta l’arresto

I carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Misilmeri hanno arrestato ieri a Belmonte Mezzagno un uomo di 54 anni con l’accusa di tentata corruzione. L’uomo, fermato a bordo della propria auto insieme al figlio per un normalissimo controllo di routine, avrebbe cercato di corrompere i militari offrendo loro 50 euro in contanti pur di evitare una salata multa per mancata copertura assicurativa e revisione del mezzo.

Secondo quanto ricostruito, come riporta Palermo Today, i carabinieri avevano fermato l’auto con a bordo il 54enne e il figlio per un normale controllo. Dopo aver accertato l’assenza di copertura assicurativa e della revisione del veicolo, entrambe obbligatorie per legge, i militari avevano iniziato a compilare i verbali per contestare le infrazioni all’automobilista. Proprio in quel momento l’uomo, probabilmente spaventato dall’idea di ricevere una multa salata, avrebbe pensato bene di provare a corrompere uno dei carabinieri.

Approfittando di un momento di distrazione, il 54enne avrebbe preso una banconota da 50 euro dal portafogli e l’avrebbe depositata tra i fogli che il militare stava compilando. Poi, con fare ammiccante, si sarebbe rivolto al carabiniere dicendo “Maresciallo…”. Un tentativo maldestro di chiudere un occhio dietro compenso.

Il carabiniere, tuttavia, non si è fatto corrompere e con grande professionalità ha prontamente arrestato l’uomo con l’accusa di tentata corruzione. In attesa della convalida dell’arresto da parte del giudice, il 54enne è stato posto agli arresti domiciliari.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale