Home In primo piano Povero gabbiano, hai perduto la compagna, su TikTok spopola Gianni Celeste

Povero gabbiano, hai perduto la compagna, su TikTok spopola Gianni Celeste

0

Povero gabbiano, hai perduto la compagna. Un tormentone che spopola su tutti i social network da TikTok a Spotify. Un pezzo del cantante neomelodico catanese Gianni Celeste al secolo Giovanni Grasso.

Così un brano del 1988 si trova a competere nelle classifiche musicali con Mahmood e Blanco, Vasco Rossi e alle hit del momento. Un successo inaspettato che avviene grazie alla forza con la quale si impongono i nuovi social seguiti soprattutto dalla generazione Z.

“Ora mi chiamano tutti, tv, giornalisti, i giovani mi ascoltano. Non me lo sarei mai aspettato..”. Lo dice Gianni Celeste in una intervista a Repubblica. Oggi Gianni Celeste, 57 anni, suo malgrado è una star del web. Il suo brano è ormai virale. Un brano romantico del quale i giovani vanno matti su Tik Tok e che è tra i trends più ascoltati. In verità si intitola «Tu Comm’a Mme» ma da tutti è identificata come «Povero gabbiano».

Ora il brano viene usato per condire i video più disparati, dallo scivolone in salotto al brutto voto a scuola, fino all’immancabile due di picche. «Non mi sarei mai aspettato un risultato del genere», ha commentato al Corriere lo stesso artista, che in carriera ha sfornato oltre cinquanta dischi.

Intanto il “povero gabbiano” che ha “perduto la compagna” e che rimbalza sui social ha superato i 50mila utilizzi su TikTok e poi è entrato di prepotenza nella classifica Viral 50 Italia di Spotify. Ha coinvolto, è stato remixato e riutilizzato in mille modi diversi. Ha scavalcato i confini di TikTok per arrivare anche su Instagram e Facebook dove, protagonista di mille meme, è diventato la moda social del momento.

Povero gabbiano non mai stata una hit italiana. Ma da oggi è diventata trend nazionale. Grazie ai più giovani, a coloro che non erano neanche nati quando è stata scritta, che hanno intuito le potenzialità del ritornello per creare video super contagiosi in rete.

Articolo precedenteLutto nel mondo del sindacato, è morto Sandro Cardinale
Articolo successivoIn Sicilia sempre meno casi e ricoveri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui