Operazione antimafia a Mazzarino, decine di arresti nella Stidda

I militari di Caltanissetta stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di oltre 50 presunti affiliati

Operazione antimafia nel nisseno. I Carabinieri hanno smantellato cosca mafiosa di Mazzarino, con ramificazioni sull’intero territorio nazionale e in particolare nell’area milanese.

I militari di Caltanissetta stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di oltre 50 presunti affiliati al clan Sanfilippo di Mazzarino. Si tratta di una famiglia mafiosa riconducibile alla Stidda gelese. Il gip del Tribunale di Caltanissetta ha emesso il provvedimento, su richiesta della Dda. Gli indagati devono rispondere, a vario titolo, di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, traffico di stupefacenti e detenzione di armi, reati aggravati dal metodo mafioso. Nell’ambito delle indagini gli inquirenti hanno anche fatto luce su due omicidi con il metodo della ‘lupara biancà avvenuti nel 1984 e nel 1991.

L’operazione, denominata “Chimera” ha permesso di sgominare un’organizzazione criminale di tipo mafioso, con base a Mazzarino in provincia di Caltanissetta e ramificazioni sull’intero territorio nazionale e in particolare nell’area milanese. Nel corso di quattro anni d’indagine, a carico della “famiglia Sanfilippo” riconducibile alla “Stidda”, i carabinieri hanno raccolto tanti elementi circa i reati di associazione di tipo mafioso, omicidio, estorsioni (consumate e tentate). Ma anche delitti in materia di armi e di sostanze stupefacenti, aggravati dal metodo mafioso.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

I commenti sono chiusi.