Rallenta l’emergenza in Sicilia ma resta la zona gialla, firmata l’ordinanza

L'isola rimane in fascia gialla nonostante i dati in miglioramento almeno fino al 27 settembre

0

La Sicilia resta zona gialla nonostante il calo dei nuovi positivi nella settimana appena conclusa. Lo prevede una nuova ordinanza del ministero della Salute, pubblicata sul sito dello stesso ministero. “Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus SARS-Cov-2, per la Regione Sicilia – si legge – l’ordinanza del Ministro della Salute del 27 agosto 2021 è rinnovata per ulteriori quindici giorni, ferma restando la possibilità di una nuova classificazione”. L’ordinanza del 27 agosto 2021 collocava la Sicilia in zona gialla.

Rallenta l’emergenza in Sicilia

Intanto l’ufficio Statistica del Comune rende noti i dati relativi all’andamento della pandemia in Sicilia e diffusi ieri, domenica 12 settembre 2021, dal Dipartimento della Protezione Civile. “Nella settinana appena conclusa – si legge nella nota – si conferma e rafforza la tendenza al rallentamento della diffusione del Covid-19 in Sicilia, già rilevata la settimana scorsa: sono diminuiti i nuovi positivi, i ricoverati, (ordinari e in terapia intensiva) e i nuovi ingressi in terapia intensiva. Dopo nove settimane è tornato a diminuire anche il numero degli attuali positivi.

LEGGI ANCHE
Pantelleria, Musumeci dichiarerà lo stato di calamità

I dati della Protezione civile

Nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono 6252, il 27,3% in meno rispetto alla settimana precedente, quando già si era registrata una diminuzione del 7,6%. E’ diminuito anche il rapporto fra tamponi positivi e tamponi effettuati, passato dal 6,6% al 4,8%. Il numero degli attuali positivi è pari a 26190, 2272 in meno rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 25298, 2199 in meno rispetto alla settimana precedente.

Calano i ricoveri

I ricoverati sono 892, di cui 106 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono diminuiti di 73 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono diminuiti di 14 unità). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 40 nuovi ingressi in terapia intensiva (il 42% in meno rispetto ai 69 della settimana precedente). Il numero dei guariti (255944) è cresciuto di 8392 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari all’88,7% (87,6% domenica scorsa).

LEGGI ANCHE
Musumeci proroga una zona arancione, 52 sindaci protestano: "Dateci nomi positivi"

Più morti a causa di un riconteggio

Il numero di persone decedute registrato nella settimana è pari a 132 (contro le 131 della settimana precedente). A causa di alcuni riconteggi, il numero provvisorio di persone decedute attribuibili alla settimana appena conclusa è però pari a 82. Complessivamente le persone decedute sono 6577, e il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,3% (come la settimana scorsa). I ricoverati complessivamente rappresentano il 3,4% degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,4%).

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.