La Sicilia piange l’oncologo Franco Lo Sardo, migliaia di donne salvate, oggi il funerale

Chirurgo, oncologo, sempre disponibile e premuroso, a disposizione dell'ammalato in ogni momento

0

La morte del medico siciliano Francesco Lo Sardo è una brutta notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno per molti colleghi e pazienti. L’oncologia e la chirurgia regionale e nazionale perdono un professionista stimato e preparato. Franco Lo Sardo, così lo chiamavano tutti, era un grande chirurgo, un pioniere nella lotta al cancro al seno, una persona di grande umanità. Oggi il funerale a Cammarata, suo paese di nascita.

Chirurgo, oncologo, sempre disponibile e premuroso, a disposizione dell’ammalato in ogni momento. Centinaia i pazienti salvi grazie alle sue cure. Anni di carriera spesi per la medicina.

Franco Lo Sardo era di Cammarata, proprio dove oggi si tiene il funerale con una cerimonia nella chiesa di San Vito. Lascia la compagna, le due figlie, i generi e i nipoti.

Sono centinaia i messaggi lasciati sulle bacheche social dopo la notizia della sua morte, avvenuta dopo aver lottato contro un brutto male. Centinaia le donne che lo hanno ringraziato in 40 anni di oncologia pionieristica.

Un seguace del prof Veronesi, che ha incontrato dopo la laurea conseguita a Palermo. A Milano ha sviluppato tecniche e talento da chirurgo.

Alla Maddalena ha operato circa 15 mila persone affette da cancro. La sua specializzazione era quello al seno. Tantissime le donne salvate dal brutto male ma anche gli uomini.

“Perdiamo un medico e un uomo di grande spessore e umanità”, dice Guido Filosto presidente del Dipartimento oncologico La Maddalena. Un medico che riusciva a dare forza e conforto ai pazienti che arrivavano ad affrontare l’operazione grazie alla spinta delle sue parole. Un medico umano, sorridente e cordiale. La medicina siciliana perde uno dei migliori oncologi d’Italia.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.