La Sicilia verso la zona gialla, Musumeci, “Non prevalga l’egoismo”

«La crescita dei contagi in Sicilia, come in Sardegna e in altre località oggi fortemente interessate dalla mobilità delle persone, è un dato di fatto che va anzitutto contrastato con l’unico strumento disponibile: la vaccinazione. Devo rivolgere ancora un appello a tutti i siciliani che non hanno ancora deciso di vaccinarsi e spero che a questo appello si uniscano tutti i soggetti istituzionali. Non è possibile che, malgrado i mezzi enormi messi a disposizione, si continui a fare finta di nulla, non è possibile che si ignori come la gran parte dei ricoverati siano soggetti non vaccinati, non è possibile continuare ad alimentare questo fatalismo al ribasso. Inutile leccarsi le ferite dopo, se prima si continua a fare finta di niente. Vaccinarsi, ha ricordato il presidente Mattarella, è un dovere civico per tutti coloro che sono nelle condizioni di poterlo fare».

Lo dice, in una nota, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.
«Mi appello – prosegue il governatore – anche ai sindaci: abbiamo diffuso a ciascuno i dati relativi ai vaccinati del proprio Comune e serve uno sforzo per convincere tutti. L’obiettivo è difendere la libertà degli altri, senza mettere in discussione la propria. Ma se non si comprende questa esigenza collettiva, vince l’egoismo. E la Sicilia non se lo può permettere, per la salute di tutti e per l’economia di tanti».

Boom di nuovi positivi al Coronavirus in Sicilia: nelle ultime 24 ore sono stati 1.134 su 16.602 tamponi processati e l’indice di positività è salito al 6,8% (ieri 6%). È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. Ieri erano stati 868 i nuovi casi su 14.406 tamponi.

Numeri notevolmente in crescita rispetto ai giorni scorsi a cui vanno sommati 14 ingressi in ospedale che portano il tasso di posti letto ordinari occupati da pazienti Covid al 14,9% quindi prossimo a quel 15% che rappresenta una delle due soglie da superare per finire in zona gialla. Per quanto riguarda le terapie intensive, il tasso di posti letto occupati da pazienti Covid è, invece, dell’8,1%.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.