L’americano sbarca a Palermo, il cane finanziere lo blocca con 12mila euro in valigia

Le sue risposte sono state vaghe e hanno insospettito i finanzieri. Il resto lo ha fatto il fiuto del cane

E’ atterrato all’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino con oltre 12 mila euro in valigia ma il cane della Guardia di Finanza fiuta l’odore del denaro. L’uomo non aveva dichiarato in fase di arrivo la somma contenuta nei bagagli ed è stato fermato dai militari della Guardia di Finanza e degli Uffici delle dogane dello scalo palermitano.

L’uomo, proveniente dagli Stati Uniti e ora sanzionato, ha origini italiane. Gli è stato chiesto se portasse denaro in contanti oltre i 10 mila euro consentiti. Le sue risposte sono state vaghe e hanno insospettito i finanzieri. Il resto lo ha fatto il fiuto del cane anti-valuta “Haira” della Guardia di Finanza.

L’uomo se l’è cavata con una multa che ha pagato direttamente in aeroporto.

L’attività di servizio – tesa ad assicurare il presidio della trasparente circolazione dei flussi finanziari transnazionali – si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo economico del territorio della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Dogane a contrasto dei traffici illeciti che, attraverso gli spazi doganali, interessano il territorio nazionale.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.