Inferno in Sicilia, Musumeci chiede a Draghi lo stato di mobilitazione di Protezione Civile

La richiesta si è resa necessaria di fronte al grave rischio di incendi

0

La Sicilia nella morsa degli incendi. Sono ingenti i danni in provincia di Palermo e Catania. Ora Musumeci chiede stato di mobilitazione di Protezione Civile.

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha chiesto al capo del governo nazionale, Mario Draghi, la dichiarazione dello stato di mobilitazione del servizio nazionale di Protezione Civile.

LEGGI ANCHE
Nove zone arancioni in Sicilia, ordinanza di Musumeci

La richiesta si è resa necessaria di fronte al grave rischio di incendi dovuto alla eccezionale situazione meteoclimatica che interessa l’Isola. L’eventuale riconoscimento dello stato di mobilitazione determinerebbe un concorso straordinario di risorse extra-regionali sia in termini di uomini sia di mezzi appartenenti ai vigili del fuoco e al volontariato.

Nella mattinata Il presidente Musumeci è stato in contatto con il capo della Protezione Civile nazionale, Fabrizio Curcio, per sollecitare l’adozione del provvedimento.

LEGGI ANCHE
La Regione Siciliana mette in sicurezza 4 arterie stradali tra il Palermitano e il Nisseno

Poco prima, assieme al capo della Protezione Civile regionale Salvo Cocina e al responsabile provinciale Giovanni Spampinato, il governatore ha fatto un sopralluogo nell’area della Plaia in cui ieri pomeriggio, come è noto, le fiamme partite da terreni incolti hanno distrutto alcuni stabilimenti balneari.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.