Home Cronaca Truffa dello specchietto rotto nel Palermitano, arrestato e portato in carcere

Truffa dello specchietto rotto nel Palermitano, arrestato e portato in carcere

0

Un reato spesso non denunciato dalle vittime per lo più anziane, che per timore di ritorsioni preferiscono tacere, ma questa volta la ben nota “truffa dello specchietto”, per via della resistenza della vittima al pagamento dell’ingiusta richiesta di denaro, è degenerata in estorsione.

Questo quanto accaduto, a un 70enne di Baucina vittima dell’azione di un uomo proveniente dalla provincia di Siracusa, che sicuro del facile e illecito guadagno ha simulato un incidente stradale, inseguendo e obbligando a fermarsi l’uomo in un luogo isolato. Pretendeva l’immediato risarcimento in denaro per un sinistro stradale mai avvenuto. Ha costretto anche il pensionato a prelevare al bancomat la somma di denaro.

Nonostante anche in questa occasione l’anziano per timore di ritorsioni avesse omesso di denunciare il fatto, l’attività informativa dei Carabinieri della locale Stazione ha permesso di venire a conoscenza dei fatti e di rintracciare, avvicinare e rassicurare la parte offesa che collaborava denunciando l’accaduto.

Le indagini hanno permesso d’individuare l’autore del reato, 36enne, originario del siracusano, già noto alle Forze dell’Ordine per fatti analoghi che, destinatario di Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Termini Imerese, dovrà rispondere di estorsione aggravata in quanto commessa in danno a soggetto ultrasessantacinquenne. L’arrestato si trova ora presso la casa circondariale “Antonino Burrafato” di Termini Imerese in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Articolo precedentePiana e San Giuseppe Jato devastati, arrivano i Canadair, sotto accusa la Regione
Articolo successivoScattano nuove restrizioni a Palermo, ordinanza di Orlando

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui