Maxi rissa alla Magione, bottigliate contro i poliziotti (VIDEO)

Il video della maxi rissa alla Magione, a Palermo

Scatta la rissa a piazza Magione, a Palermo, e la polizia viene presa a bottigliate. È allarme sulla questione sicurezza e decoro a Palermo dopo l’ennesima maxi rissa registrata a piazza Magione. I poliziotti intervenuti per riportare alla calma sono anche stati presi a colpi di bottiglie come si vede da alcuni video che circolano un rete.

Un agente in forza al reparto mobile è stato ferito con una bottiglia di vetro. Per lui è stato necessario andare al pronto soccorso. Un video che sta facendo il giro del web mostra circa 10 ragazzi che si spintonano e si aggrediscono a bottigliate. Poi arriva la polizia che inizia ad essere presa di mira dal gruppetto.

Secondo una prima ricostruzione, era in corso un controllo a venditori abusivi di bevande i quali avrebbero reagito offendendo gli agenti. Uno di loro avrebbe anche tentato di colpirli con un monopattino. Tanti giovani hanno accerchiato gli agenti e uno di loro ha rotto una bottiglia di birra vuota in testa all’agente che stava fermando l’ambulante. Da lì la situazione è degenerata ed è partito un lancio di bottiglie contro gli operatori.

“A Palermo si assiste ancora una volta a episodi irragionevoli di violenza nei luoghi della movida cittadina nei confronti delle forze dell’ordine – dice Sergio Salvia, segretario provinciale del Coisp di Palermo – Orde di giovani senza controllo, senza regole e senza rispetto del comune senso civico, non trovano di meglio da fare che scagliare bottiglie di vetro contro le forze di polizia; ad avere la peggio un poliziotto del XI reparto mobile di Palermo intervenuto per sedare gli animi a cui rivolgiamo i migliori auguri di una pronta guarigione”.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.