In Sicilia assunzioni nei Centri per l’impiego, bando per 1.024 posti

Il conto alla rovescia è già iniziato e gli occhi sono puntato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana

In Sicilia saranno assunte 1.024 persone nei Centri per l’impiego dopo un concorso indetto dalla Regione. Il bando non è ancora stato pubblicato ma si prevede possa uscire nei prossimi giorni, o al massimo, entro il mese di giugno. I Centri per l’Impiego, ex uffici di collocamento, offriranno contratti a tempo indeterminato e per questo si prevede la partecipazione al concorso in corso di pubblicazione di centinaia di migliaia di siciliani che aspirano al posto fisso.

1.024 dipendenti presso il Cpi

Come detto, il concorso per 1.024 dipendenti presso il Cpi siciliani non è ancora stato pubblicato ma ci sono già molte indiscrezioni sui requisiti e sulle modalità del concorso. Il conto alla rovescia è già iniziato e gli occhi sono puntato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana per capire quando il bando sarà pubblicato. Si tratta di una procedura selettiva attesissima. Uno dei concorsi più grossi della storia della Sicilia che darà la possibilità a oltre mille giovani di trovare finalmente un lavoro a tempo indeterminato.

Uno dei concorsi più grossi della Regione Siciliana

Dopo ben due anni di annunci, finalmente, il bando che mette a disposizione 1.024 posti nei centri per l’impiego di tutta l’Isola dovrebbe vedere la luce nei prossimi giorni. Come riporta il Giornale di Sicilia, il concorso dei centri per l’impiego consisterà in una prova preselettiva per titoli. È la prima prova che dovrebbe avvenire in autunno. Il quiz avrà il compito di scremare i candidati che, si prevede, saranno tra i 100 e i 200 mila.

Le due prove scritte per arrivare all’assunzione

Superata la preselezione per titoli, il concorso prevede due prove. Ci sarà un esame scritto e un altro esame orale. La prova scritta sarà costituita da 70 quiz a risposta multipla inerenti alle materie che saranno indicate nel bando. Per accedere all’orale, bisognerà superare una certa soglia di sbarramento. Il concorso dovrebbe concludersi entro fine anno.

I requisiti per il concorso nei centri per l’impiego

La selezione sarà indetta dall’assessore al lavoro Antonio Scavone. Per accedere alla categoria D, in merito alla funzione della figura professionale richiesta (come ad esempio lo specialista amministrativo contabile) sarà necessario il titolo di laurea. Per la categoria C, invece, basterà il diploma. A fare la differenza, saranno i titoli professionali e di servizio, che verranno svelati solo al momento della pubblicazione del bando. Il concorso potrebbe concludersi già prima del 2022.

A breve partirà quindi il concorso

Il concorso vedrà l’assunzione di centinaia d’istruttori e funzionari nei cpi dislocati in Sicilia. Si affiancheranno ai Navigator del reddito di cittadinanza. L’obiettivo è quello di dare vita a una rete di servizi per l’impiego efficaci e in grado d’integrare le funzioni tradizionali di collocamento con le nuove politiche attive e di servizio ai cittadini e alle imprese che siano in grado di operare, sia sul versante dell’informazione di base, dell’orientamento e dell’assistenza personalizzata che su quello dei servizi che favoriscono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Il rafforzamento dell’organico si rende necessario anche per poter dare corso alle attività istruttorie del Reddito di cittadinanza.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.