Dalla tradizione delle carte al web: il poker in Sicilia 

0

Il poker è una disciplina di carte storica, con origini lontane nel tempo e che ha conosciuto un forte slancio  nei primi anni Novanta, grazie anche alle possibilità concesse dalla tecnologia, come ad esempio quella proposta dalle varianti online. 

L’incontro tra la tradizione del poker e la sua vitalità multimediale si riscontra, oltre che nelle altre regioni italiane, anche nell’esperienza siciliana. 

Il tutto a partire proprio dalle carte da gioco, e tenendo conto del fatto che quelle regionali siciliane rappresentano, insieme ad altre (come le piacentine o le napoletane), una variante stilistica piuttosto conosciuta e diffusa. 

Ebbene, pare anche che, in riferimento alle carte da poker, proprio in Sicilia si siano sviluppate delle iconografie interessanti: è il caso della rappresentazione del “Jack”, che ha fatto ingresso in Italia nel 1600, mantenendo il nome, al maschile, di “cameriere”, sebbene la sua immagine, proprio all’interno dei Tarocchi Siciliani, abbia iniziato ad avere connotazioni femminili o, comunque, delle chiare caratteristiche di androginia. 

Si tratta di una semplice curiosità per gli amanti della storia del poker, che però mette in evidenza una lunghissima tradizione di questa disciplina, la quale, come anticipato, è approdata poi all’online negli anni Novanta, coinvolgendo tutte le regioni italiane, e dunque anche la Sicilia, con un particolare riferimento al successo di alcuni giocatori nei tornei.

A questo proposito va detto, prima di tutto, che nella proposta dei giochi di poker online degli operatori legali attivi nel settore, si spazia dalle versioni classiche – come Texas Hold’em e Omaha – e si arriva a tornei come i Sit&Go, i Freeroll e i Cash Game, i quali a settembre del 2020 hanno generato una crescita del comparto pari a oltre 19 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

E, proprio nell’ambito dei tornei di poker online, si sono inseriti i recenti successi del siciliano Francesco La Cognata, il quale si è distinto nell’edizione SCOOP Internazionale di Poker Stars, eguagliando, nella conquista dell’ambito titolo, le imprese del pugliese Davide Suriano. Il trentaduenne, residente a Londra da qualche anno, e conosciuto con il nick di “dottorsydUK”, ha di recente dichiarato  come la sua passione per il poker, nata già quando viveva in Sicilia, abbia poi trovato slancio nell’esperienza londinese. 

Si tratta di un’esperienza che – come altre in questo periodo in particolare – mette in evidenza le potenzialità dell’online – anche oltre i confini fisici – permettendo dunque ai professionisti dei singoli settori di poter giungere comunque a traguardi importanti. Talvolta anche nel nome della tradizione. 

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.