Scendono casi e incidenza in Sicilia, l’obiettivo è la zona bianca

L'incidenza scende all'1,7%. L'Isola è la quarta regione italiana per numero di contagi

Continua la discesa dei nuovi positivi al Covid19 in Sicilia che adesso punta alla zona bianca, che consentirebbe ulteriori allentamenti, come deciso ieri dal consiglio dei Ministri. Sono 411 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia e l’alto numero di tamponi conferma il trend in discesa. Sono 24.390 i test processati. L’incidenza scende all’1,7%. L’Isola è la quarta regione italiana per numero di contagi.

Decessi, ospedali e province

Sono 22 i morti registrati negli ospedali siciliani per un totale di 5.689. Il numero degli attuali positivi è di 16.293 con una diminuzione di 403 casi a fronte di 792 guariti. Negli ospedali i ricoverati sono 894, 26 in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 108, 4 in meno rispetto a ieri. Catania la provincia con più casi, 157, seguita da Palermo con 85, Trapani 52 poi Messina con 49, Agrigento 34, Ragusa 20, Siracusa 7, Caltanissetta 6, Enna 1.

Isole minori verso immunizzazione totale

“La Sicilia ha la grande fortuna di potere catalizzare l’attenzione di vari segmenti turistici, da quello balneare a quello gastronomico. Per questo abbiamo avviato dalle Isole minori la nostra campagna di somministrazioni e siamo oltre il 75%. Tanto gli operatori, quanto gli abitanti sono pronti in sicurezza a potere ospitare i turisti”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in collegamento con RaiNews24.

Si pensa ai pacchetti vacanza con siero

“E‘ una proposta ambiziosa, ma siamo convinti di trovare la condivisione di Roma perche’ riteniamo che in una terra che per sei-sette-otto mesi sa di potere ospitare turisti, il turista che ha gia’ fatto la prima dose nella propria citta’, puo’ benissimo fare il richiamo in Sicilia”, ha aggiunto il Governatore. “Stiamo andando anche oltre – ha concluso – chi non l’ha ancora fatto e viene qui in vacanza, puo’ farlo in Sicilia. E’ una proposta che abbiamo formalizzato al generale Figliuolo e crediamo di non essere la sola Regione ad avere avanzato questa proposta. Non e’ escluso che nelle prossime ore possa arrivare la conferma. Il nostro Servizio Sanitario regionale e’ pronto…”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.