Palermo e provincia verso la zona rossa dopo Pasqua

C'è grande preoccupazione a Palermo per l'ultimo report allarmante

La provincia di Palermo, ma soprattutto il Capoluogo, verso la zona rossa. Il lockdown a Palermo è solo a un passo. Folle nelle piazze e il non rispetto delle prescrizioni portano i contagi alle stelle.

Preoccupazione per Palermo che rischia la zona rossa

C’è grande preoccupazione a Palermo per l’ultimo report che indica i contagi circoscrizione per circoscrizione, che a distanza di otto giorni dal precedente segnala un aumento dei casi pressoché ovunque. Il provvedimento restrittivo a Palermo potrebbe arrivare dopo Pasqua. La zona rossa potrebbe prorogata per qualche settimana. Secondo l’ultima elaborazione dell’ufficio Statistica del Comune sui dati pubblicati dalla Protezione civile nazionale, il rapporto tra positivi e popolazione residente è di 214,1 ogni 100mila abitanti. Domenica scorsa era di 180.

Il dato della Città metropolitana

Il dato pubblicato dalla Città Metropolitana mette insieme tutti i positivi della provincia. Significa, secondo l’amministrazione, che Palermo, in genere la città con l’incidenza maggiore di casi, potrebbe superare il limite dei 250 nuovi positivi su 100mila abitanti.

Secondo il commissario per l’emergenza Renato Costa già da giorni si parla di “numeri tendenzialmente in aumento”. E il sindaco Leoluca Orlando, mentre sollecita i dati scorporati per comune, si prepara a uno scenario di semi- lockdown. “Il quadro generale che i dati mostrano su scala regionale – dice – è estremamente preoccupante, con un aumento del 43 per cento dei positivi a fronte di un calo del 59 per cento dei tamponi”.

I divieti per pasqua a Palermo

Intanto a Palermo scattano i divieti per i giorni di Pasqua, dal 3 al 5 aprile per tutto il giorno, oltre le limitazioni già previste per la Zona Rossa. Sarà vietato l’accesso pedonale all’intero Parco della Favorita, a tutte le spiagge ed aree costiere da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari e al prato del Foro Italico.

La situazione in provincia, focolaio a Monreale

Non va bene nemmeno negli altri comuni della provincia. Partinico, Borgetto, Mezzojuso, Ventimiglia sono già zona rossa. In Sicilia sono 28 in tutto quelle dichiarate da Musumeci. I contagi sono in aumento un po’ ovunque, dalle Madonie ai comuni attorno a Palermo. A Monreale, ad esempio, il dato sale a 120 dopo che sono risultati positivi 18 test rapidi. Nella città normanna un focolaio sarebbe scoppiato in una scuola elementare dove ci sarebbero 7 alunni e 4 docenti positivi. Sono 4 le classi in quarantena. Una docente in ospedale. Rimangono ancora attive le problematiche sulle Madonie, con i comuni di Caltavuturo, San Mauro Castelverde che hanno diminuito cifre e numeri ma allerta ancora alta e prevedibile. Casi minori nei comuni di Castellana Sicula (14 positivi) e Polizzi Generosa (12 positivi).

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.