Boom di casi, Partinico e Borgetto verso la zona rossa

Si impennano i nuovi casi a Partinico e Borgetto nel giro di pochi giorni, verso la soglia critica

Commissione straordinaria di Partinico e sindaco di Borgetto non nascondono la propria preoccupazione per l’aumento repentino dei contagi degli ultimi giorni. Sono numeri che si avvicinano alla soglia critica che impone la zona rossa nei due comuni del Palermitano.

Dopo Ventimiglia di Sicilia e Porto Empedocle, dichiarati ieri zona rossa dal Presidente della Regione, le prossime potrebbero essere proprio Partinico e Borgetto.

A Partinico, in particolare, raggiunge quota 205 in numero dei positivi. A Borgetto sale a 44. Numeri in deciso aumento, destinati a salire ulteriormente in attesa di altri tamponi.

Intanto non nascondono la loro preoccupazione i commissari del Comune di Partinico che hanno scritto al distretto sanitario e all’Usca, l’ufficio che prende i carico i positivi della città. «In relazione all’aumento notevole dei contagi – rivela la commissaria Concetta Caruso – abbiamo chiesto una relazione in cui ci si aggiorni sull’evoluzione epidemiologica nel territorio». In base ai risultati della relazione, la commissione potrebbe chiedere a Musumeci l’istituzione della zona rossa per il Comune di Partinico.

La situazione è esplosiva anche a Borgetto dove anche il sindaco Luigi Garofalo si accinge a chiedere la zona rossa alla Regione. In appena 24 ore, infatti, sono stati trovati una quarantina di positivi dopo il test del tampone molecolare. Lo ha comunicato lo stesso primo cittadino in un videomessaggio.

Nei giorni scorsi la Commissione Straordinaria partinicese ha firmato un’ordinanza che introduce disposizioni urgenti finalizzate al contrasto della
diffusione del virus. In particolare, poiché sul territorio cittadino sono presenti aree in cui la presenza
di numerose persone può risultare in contrasto con il rispetto della distanza minima da mantenere tra soggetti estranei e facilitare, nonostante i divieti imposti, situazioni di assembramento. Alla luce dell’incremento dei casi sul territorio comunale, fino al 6 aprile ha disposto il divieto di stazionamento in alcune vie e piazze della città particolarmente feequentate.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.