È morta l’insegnate Augusta Turiaco, emorragia cerebrale dopo il vaccino

Sulla vicenda la procura di Messina ha aperto una inchiesta e sono stati già sentiti i familiari e il medico di famiglia della donna

È morta Augusta Turiaco, l’insegnante di 54 anni che da giorni era in coma al reparto di Rianimazione Policlinico di Messina. L’11 marzo scorso aveva fatto il vaccino AstraZeneca. Poi è arrivato il mal di testa e le analisi hanno evidenziato la presenza di trombosi e una grave trombocitopenia. Dopo il ricovero in ospedale è arrivata una emorragia cerebrale. La donna è stata sottoposta a un intervento chirurgico.

Augusta Turiaco insegnava musica alla scuola Gallo. Le saranno espiantate le cornee visto che aveva prestato in consenso alla donazione degli organi. Sulla vicenda la procura di Messina ha aperto una inchiesta e sono stati già sentiti i familiari e il medico di famiglia della donna. L’avvocato Daniela Agnello, che assiste la famiglia, ha presentato un esposto in procura che è stato anche inviato ad altre autorità tra cui all’ambasciata tedesca. Augusta Turiaco, infatti, era anche cittadina tedesca.

La sua famiglia ha voluto ricordare la donna come una persona eccezionale. I familiari hanno anche ringraziato i medici del Policlinico e invita i cittadini a vaccinarsi. “Augusta Turiaco – scrive la famiglia – era una persona straordinaria nella sua normalità che ha trascorso la Sua vita prima tra le sale di concerto e poi tra i banchi di scuola come insegnante. Cittadina e donna onesta, nelle scorse settimane si era sottoposta con entusiasmo alla campagna vaccinale, salvo poi vedersi coinvolta in un incubo che ha avuto purtroppo esito infausto. Lascia dietro di sè due figli, due genitori e due fratelli che si porteranno dietro il ricordo di una donna forte e presente, capace di far fronte con coraggio alle difficoltà della vita”.

La famiglia ringrazia “di cuore l’encomiabile sforzo dei medici del Policlinico di Messina che hanno seguito incessantemente la vicenda, facendo il possibile. La famiglia, nonostante le ombre emerse, sulle quali chiede comunque venga fatta luce, invita la cittadinanza a non sottrarsi alla campagna vaccinale consapevole della sua importanza, considerate le contingenze pandemiche. Come estremo gesto d’amore Augusta Turiaco aveva manifestato la volontà di donare i propri organi”.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.