Draghi programma riaperture dopo il 20 aprile, “Ridiamo speranza”

L'esecutivo sta studiando un meccanismo, ancora in via di definizione, “per tenere conto di un miglioramento dei dati

Chiusure e aperture dipenderanno solo dai dati ma spunta un barlume di speranza già per la seconda metà di aprile. Mario Draghi non esclude possibili riaperture dal 20 aprile se la situazione lo permetterà.

Mercoledì il governo approverà il decreto che sarà in vigore fino maggio. L’esecutivo sta studiando un meccanismo, ancora in via di definizione, “per tenere conto di un miglioramento dei dati. Lo hanno chiesto alcuni presidenti di regione e il ministro Maria Stella Gelmini che, nel corso dell’incontro tra il presidente del Consiglio e i governatori, avrebbe detto che “non è il momento per il ‘riapriamo tutto’, fino al 15-20 aprile ci vorrà ancora molta attenzione. Poi se i numeri migliorano all’interno del decreto legge servirebbe un automatismo per prevedere aperture mirate senza il bisogno di approvare un nuovo provvedimento”.

“Occorre ridare speranza al Paese – ha detto Draghi – pensando a programmare e alle riaperture. Bisogna ricominciare ad avere di nuovo il ‘gusto del futuro’. Occorre uscire da questa situazione di inattività”.

“Le prossime settimane saranno decisive per le vaccinazioni e potremo così programmare l’estate e la graduale uscita dalle restrizioni sulla base delle evidenze scientifiche e dei dati del monitoraggio che sono e restano la nostra bussola”. Draghi lascia uno spiraglio, affinché si possa parlare di riapertura prima dell’estate e sulla base dei dati anche dopo metà aprile.

Il premier ha proseguito: “Lo Stato farà di tutto per rispondere alle esigenze delle Regioni, anche con riferimento al tema delle carenze di personale. Questo è l’atteggiamento del governo: aiutarvi a raggiungere gli obiettivi che sono di tutti noi”.

Il presidente del Consiglio ha poi rinnovato “l’invito a iniziare a guardare al futuro con ottimismo”, sottolineando come “la campagna vaccinale stia andando migliorando continuamente e rapidamente”.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.