Sicilia non meritava zona arancione ma c’è luce in fondo al tunnel

"La zona arancione in Sicilia? Provoca tanta amarezza", Lo ha detto il Presidente della Regione

La Sicila da lunedì sarà zona arancione con grande amarezza dei siciliani che speravano un trattamento diverso da parte del governo nazionale. La speranza era di passare in bianco ma il leggero aumento della curva degli ultimi giorni ha fatto scattare la preoccupazione degli amministratori. Il presidente della Regione Siciliana Nello esprime amarezza nel corso di videomessaggio ma anche speranza per le settimane future.

“La zona arancione in Sicilia? Provoca tanta amarezza”, Lo ha detto il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci dopo la firma del decreto legge che mette una stretta per tre settimane in tutta Italia. “Non possiamo opporci visto che si tratta di un decreto legge”.

Sicilia in zona arancione fino al 6 aprile ma zona rossa il sabato prima di Pasqua, Pasqua e Pasquetta. “I dati della Sicilia da qualche giorno sono confortanti. I nostri parametri sono in linea con una condizione di non emergenza. Non c’è pressione negli ospedale e pochi ricoveri in terapia intensiva anche se negli ultimi giorni sono aumentati i contagi. La zona arancione arriva per un provvedimento adottato per prudenza. Ma ci fa tanta rabbia”.

Ora Musumeci punta ai ristori agli operatori economici in ginocchio a causa delle continue chiusure. “È necessario che gli operatori economici ricevano subito sostegni”, afferma il Governatore dopo aver ribadito questa necessità alla conferenza delle Regioni e al Governo.

“Approfittiamo di questo tempo per fare i vaccini. Sono l’unica strada percorribile per evitare il contagio”, continua Musumeci che esprime anche parole di speranza. “Siamo in un periodo buio in cui inizia a intraverdersi la luce”.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.