Lo chef Natale Giunta contro Barbara D’Urso, “Racconta la Sicilia vera” (VIDEO)

Ma sui social le proteste contro la trasmissione di Barbara D’Urso sono iniziate da giorni

Lo chef Natale Giunta a difesa della Sicilia contro Barbara D’Urso. Il celebre cuoco siciliano pubblica un video sui social attaccando la conduttrice di Canale 5. “La Sicilia vera è diversa”, dice.

Natale Giunta critica il modo in cui la trasmissione darebbe una immagine non vera della Sicilia. Il riferimento dello chef è al caso del tradimento dell’Hotel Eufemia andato in onda a Live Non è la D’Urso. “Basta con l’Hotel Eufemia e Angela da Mondello, noi non siamo questi. Se vuoi parlare della Sicilia dei parlare della nostra cultura, della nostra arte e della nostra cucina – dice Giunta -. E se vuoi parlare di veri siciliani, parla di Don Pino Puglisi, Falcone e Borsellino, della nostra lotta contro la mafia, degli imprenditori che faticano ad emergere”.

Ma sui social le proteste contro la trasmissione di Barbara D’Urso sono iniziate da giorni. Gira infatti il post già diventato virale un post dal titolo Siciliano Incazzato di una ragazza. “Cara Mediaset, Vorrei dirti che noi Siciliani non siamo quelli che tu continuamente mostri in tv. C’è gente che studia, che si prodiga per il prossimo e per il bene comune – continua -. C’è gente che si distingue professionalmente e artisticamente, non solo in Italia, ma nel Mondo! Ci tenevo a precisartelo, perché ho notato che quasi ti diverti a mostrare quanto ignoranti possano essere i Siciliani e a me questa cosa non va più bene”.

Ora anche Natale Giunta rincara la dose dopo il caso dell’Hotel Eufemia che è stato ripreso due volte dalla trasmissione di Barbara D’Urso. “Parla delle bellezze della Sicilia! Della sua storia, dell’arte, dei palazzi e delle chiese, dei teatri, dei musei, del clima e della cucina”.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

1 Commento
  1. Gabriella dice

    Bravissimo, finalmente arrivano le tue parole! Grazie a nome di un popolo silenzioso e inorridito