Posto di blocco e maxi controlli, zona rossa blindata in Sicilia

Al via il piano dei Prefetti per arginare gli spostamenti ingiustificati

Con la zona rossa tornano sulle strade posti di blocco e controlli nei negozi. Sarà una zona rossa blindata. Intanto oggi è in programma un nuovo vertice per stabilire l’entità dei controlli per tutta la durata del lockdown.

Scatta oggi il piano delle Prefetture in occasione della zona rossa che non permette spostamenti se non per ragioni di necessità, con autocertificazione.
A partire da oggi saranno controllate tutte le strade principali dell’isola, le vie d’ingresso e di uscita dei Comuni. Vietati gli spostamenti da un Comune all’altro, come è accaduto a Natale. I Prefetti hanno già avviato il piano dei controlli lungo le strade.

A Palermo il Prefetto Giuseppe Forlani ha messo assiame un coordinamento nel quale convergono Carabinieri, Polizia n Guardia di Finanza. “Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza ha disposto un generale rafforzamento dei dispositivi di controllo secondo i moduli utilizzati anche nel periodo natalizio”.

Nelle città, oltre ai controlli sugli spostamenti, sarà appurato se ad aprire sarà no solo supermercati, le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie. Come per le festività natalizie, le forze dell’ordine controlleranno se gli spostamenti saranno motivati.

Per quanto riguarda la provincia di Palermo, oggi è in programma un vertice tra i sindaci dell’area metropolitana. L’incontro servirà a decidere un piano comune da applicare a livello locale per tutta la durata della zona rossa.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.