In 11 sanzionati perché giocano a carte, assembramenti nel Palermitano

La Polizia di Stato ha effettuato controlli nei luoghi della movida palermitana

Continuano i controlli delle forze dell’ordine per i rispetto delle norme anti Covid a Palermo e in provincia di Palermo.

Gli agenti del commissariato di Termini Imerese hanno sorpreso e multato 11 persone all’interno di un magazzino mentre giocavano a carte e bevevano alcolici. Il tutto in barba alle regole che vietano assembramenti e che regolano il distanziamento sociale. I giocatori di carte sono stati identificati e sono stati multati.

Uno degli uomini sorpresi dalla Polizia di Stato era anche sottoposto al momento alla sorveglianza speciale ed è stato denunciato per le violazioni delle previste prescrizioni.

La Polizia di Stato ieri ha effettuato controlli nei luoghi della movida palermitana elevando multe e controlli per disperdere gli assembramenti.
Gli agenti hanno passato al setaccio la Kalsa, la Magione e la zona di piazza Rivoluzione. I giovani, con drink e bevande alcoliche alla mano, sostavano numerosi, senza dispositivi di protezione e senza rispettare la distanza di sicurezza, nei pressi di due pub, rispettivamente in piazza Teatro di Santa Cecilia e via Cagliari.

In tutti e due i casi sono stati sciolti gli assembramenti ed è stata elevata al titolare del pub la sanzione di 400 euro e quella accessoria della chiusura dell’esercizio per 5 giorni.

Stesse sanzioni, 400 euro e la chiusura per cinque giorni dell’attività, è stata applicata nei confronti del titolare di un pub di via Magione ove è stato accertato che sia stata somministrata una bevanda alcolica ad un cliente che si trovava nel locale in violazione del dpcm.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.