Covid, dalla Regione nuove restrizioni: restano fasce e coprifuoco

Il presidente del Consiglio dei Ministri Conte ha intenzione di prolungare fino al 31 luglio lo stato di emergenza

È iniziataa riunione del Comitato Tecnico regionale con gli assessori Razza e Lagalla. Argomento del giorno le nuove restrizioni in arrivo, vista la nuova impennata di contagi dopo le feste di fine anno. La Sicila sarà zona arancione o rossa, a decidere sarà il Governo nazionale in base alle regole che sono divenute più rigide.

«La crescita dei contagi non è inattesa. È il risultato di comportamenti che tutti abbiamo avuto modo di rilevare e documentati anche da alcune immagini arrivate dalle nostre città. Se da un lato osserviamo, fortunatamente, un’incidenza non critica dei ricoveri ospedalieri, dall’altro è opportuno prevedere concrete azioni contenitive parametrate alla situazione. Stiamo affrontando questi temi nella seduta odierna del Comitato tecnico scientifico regionale che è appena iniziata». Lo dichiara l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza che sta partecipando alla riunione del Cts insieme con l’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla.

Di certo, o quasi, c’è solo il periodo fino al 15 gennaio, data di scadenza del Dpcm in vigore. Poi arriveranno le nuove restrizioni imposte da Governo regionale e nazionale. Quel che è certo è che ci vorranno nuove disposizioni del governo. Fino alla scadenza dello stato d’emergenza il 31 gennaio, che potrà essere rinnovato ancora per sei mesi per arrivare al 31 luglio.

Fino a domenica 10 gennaio, infatti, varranno le stesse regole per tutta Italia, seppur diverse giorno per giorno, mentre da lunedì si ritornerà alle zone di colore, che cambieranno in ogni regione dopo il nuovo monitoraggio.
Bisognerà quindi aspettare domani 8 gennaio per conoscere le decisioni del ministro della Salute Roberto Speranza in base ai dati del contagio che attribuiranno i colori alle regioni (rosso, arancione e giallo).

I parametri di valutazione cambieranno in senso più restrittivo: per passare da giallo ad arancione ci vorrà un indice di contagio Rt di 1 (prima era 1,25) e per la zona rossa Rt a 1,25 e non più a 1,50. La Sicilia si trova tra il limite arancione e rosso.

Il Governo ha allo studio altre restrizioni. Il coprifuoco sempre dalle 22 alle 5 dell’indomani. Prevista anche l’istituzione di una zona bianca o verde per quelle aree a meno rischio.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.