Covid-19, Musumeci: “Preoccupato per esodo verso la Sicilia”

Allo studio misure per contenere esodo verso Sud

“Il rischio di un nuovo esodo verso il Sud è un fatto reale, che non può non destare preoccupazione. Per questo ho ritenuto di chiedere al nostro Comitato scientifico di valutare alcune misure di contenimento e sorveglianza sanitaria, che vorremo condividere anche con il ministero della Salute”. Lo dice il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

LEGGI ANCHE
A Corleone arriva il Liceo musicale, "Diffonderà cultura e bellezza"

È stato stimato che sono circa 60mila i siciliani che potrebbero fare rientro sull’isola nel corso del periodo di Natale. La Regione intanto si prepara ad arginare questo possibile esodo. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, starebbe studiando una apposita ordinanza per controllare i flussi di rientranti.

“C’è – prosegue – un sostanziale miglioramento in Sicilia e si inizia finalmente a vedere una progressiva regressione della pressione sulle strutture ospedaliere. Non possiamo, quindi, rischiare di far correre di nuovo il virus per comportamenti individuali che appaiono improntati a superficialità. Lo dobbiamo alle tante vittime che abbiamo avuto e alla straordinaria passione con cui migliaia di operatori hanno adempiuto con professionalità alla loro missione di vita”.

LEGGI ANCHE
Altro che rossa, questa è zona rosa pallido!, Orlando chiede lockdown totale

La Regione è a lavoro per scongiurare una nuova impennata di contagi in seguito all’esodo da Nord. Chi arriva in Sicilia potrebbe dove seguire un periodo di isolamento fiduciario o potrebbe dover eseguire un tampone che certifichi la negatività. Il provvedimento potrebbe entrare in vigore dal 14 dicembre ma nulla è ancora stato deciso da Palazzo D’Orleans.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK