Brutale aggressione a Monreale, va in comunità uno dei presunti responsabili

Questo pomeriggio i Carabinieri di Monreale hanno notificato la custodia in una struttura per minori al 17enne accusato di lesioni gravissime nei confronti di Alex Catalano, un 25enne di Pioppo, frazione di Monreale, pestato per futili motivi alla fermata del bus. Si tratta del figlio del 43enne arrestato subito dopo l’aggressione. L’uomo dopo l’arresto ha ottenuto la custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Il tribunale per i Minorenni di Palermo ha così deciso che il figlio, che avrebbe partecipato alla brutale aggressione del giovane, doveva essere trasferito in una comunità per minori. Il minore, dopo l’ordinanza del Giudice, è stato accompagnato dai Carabinieri di Monreale in una struttura in provincia di Palermo. Dopo il fermo, il giovane è stato interrogato dal Pm ed è stato denunciato in stato di libertà al tribunale di via Palagonia.

L’intervento repentino dei Carabinieri di Monreale ha permesso di risalire subito ai presunti aggressori del ragazzo. Indagini velocissime, dirette, che hanno ricostruito quanto accaduto nella notte del 15 settembre alla fermata del bus 389.

Intanto Alex Catalano è tornato a casa dopo l’intervento, riuscito a metà, eseguito dall’equipe del reparto Maxillo-Facciale dell’Ospedale Civico di Palermo. Dopo oltre due settimane, il ragazzo pioppese ha potuto ricevere il calore della sua famiglia. Da quel 15 settembre, infatti, il ragazzo, a causa delle restrizioni anti-Covid vigenti negli ospedali, non ha incontrato nessuno se non il padre solo per qualche breve momento.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.