Incidente mortale in viale Regione Siciliana, gli amici di Ago: “Giustizia”

In seguito alla morte del giovane palermitano di 17 anni gli amici si sono riuniti sul luogo dell'incidente mortale

La morte di Agostino Cardovino non può essere accaduta invano.  In seguito alla morte del giovane palermitano di 17 anni gli amici si sono riuniti sul luogo dell’incidente mortale, dove morì Ago, per chiedere che venga fatta giustizia sulla tragedia. I giovani che si sono riuniti all’incrocio tra via Perpignano e la Circonvallazione hanno chiesto anche alle istituzioni di fare in modo che si ripetano tragedie simili. 

Gli amici di Agostino Cardovino, il ragazzo di 17 anni che ha perso la vita nella notte tra sabato e domenica in viale Regione Siciliana, si sono radunati per chiedere più sicurezza e controlli.

Un incrocio maledetto dove si contano almeno 12 vittime. “Mio nipote ha perso la vita in questa strada maledetta. Negli anni qui sono morte molte persone, mi auguro che la morte di Agostino rappresenti la volta giusta per fare un ponte per l’attraversamento – dice lo zio di Agostino -. La vita è bella, i ragazzi non devono perderla, è assurdo. Questa è una strada della morte. Non è giusto quello che abbiamo dovuto subire, perché non c’è nessuno che si prende le sue responsabilità. Soltanto in questo punto negli anni ci sono state 12 vittime. Chiedo al sindaco, con il cuore, da zio e padre di famiglia di fare qualcosa subito, evitiamo altri morti. La mia famiglia è distrutta e non vogliamo che altre famiglie provino lo stesso dolore, è una cosa atroce”.

Assieme ai ragazzi c’era anche Vincenzo Figucvia, deputato Udc. “Un ponte o sovrappasso come quello che noi chiediamo, in altre città, le amministrazioni lo avrebbero realizzato in due giorni. Non dobbiamo dimenticare quello che è successo in questi giorni”. 

Intanto continuano le indagini sull’incidente che ha ucciso Agostino Cardovino. Gli investigatori hanno analizzato le immagino del sistema di videosorveglianza presente in zona. È stretto il riserbo sulle indagini sulla tragedia.

Agostino, 17 anni, è stato investito in pieno dall’auto guidata da una giovane ragazza. Agostino stava rientrando a casa, in via Rosso di San Secondo, nel quartiere della Noce, distante non più di qualche centinaia di metri dal luogo dell’incidente.