Brutale pestaggio a Partinico, un uomo in Rianimazione e un arresto

Il pestaggio da parte di un datore di lavoro nei confronti di un venditore ambulante di 43 anni

Violenze e aggressioni continue nei confronti di un lavoratore a Partinico, da parte di un datore di lavoro. Per questo il Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Palermo ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare arrestando P. C., di 49 anni. L’uomo è accusato di avere usato violenza nei confronti di un suo dipendente, un ambulante che vendeva i suoi prodotti in giro per il paese in provincia di Palermo.

Il culmine della violenza si sarebbe consumato quando all’ospedale di Partinico la vittima, un uomo di 43 anni, è arrivata priva di coscienza. Sul corpo dell’uomo i segni di una violenza inaudita. La vittima era stata colpita a calci e pugni ed è arrivata al nosocomio partinicese in condizioni disperate. L’episodio risale al gennaio 2018. Furono i medici dell’ospedale di Partinico a denunciare tutto ai Carabinieri dopo aver visto le gravi ferite sul corpo dell’uomo: ematomi al volto, emorragia dall’orecchio e lesioni alla colonna vertebrale.

A scagliarsi con violenza, secondo quanto hanno poi ricostruito i Carabinieri di Partinico, sarebbe stato il 49enne che maltrattava già d tempo l’ambulante. L’uomo venne, in seguito al pestaggio, ricoverato nel Reparto di Terapia Intensiva del Policlinico di Palermo. In ospedale ci è rimasto due mesi.

Secondo quanto ricostruito, l’aggressore accusava l’ambulante di fare la cresta sull’incasso. La vittima vendeda i prodotti per conto del 49enne. “Qualche volta ti mando all’ospedale”, diceva. Così, dalle parola sarebbe passato ai fatti. Una discussione sulla solita questione degenerò in una lite, poi l’aggressione fisica e il ricovero in ospedale in gravi condizioni. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri e portato in carcere su disposizione del Gip del Tribunale di Palermo.