Il funerale di Agostino Cardovino a Palermo e l’incrocio della morte (VIDEO)

Agostino è la dodicesima vittima dell'Attraversamento Pedonale di Via Perpignano

Il quartiere Noce di Palermo ha pianto oggi per la morte di Agostino Cardovino. Il video del funerale di Agostino ha fatto il giro dei social. Su Facebook un tripudio di foto e video, messaggi, ricordi del giovane della Noce. Il 17enne è morto in un incidente stradale sulla Circonvallazione di Palermo all’altezza dell’incrocio di via Perpignano.

Stamattina alle 10, nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, alla Noce, si è svolto il funerale di Agostino Cardovino, un ragazzo di appena 17 anni, morto nella notte tra Sabato e Domenica, su Viale Regione Siciliana.

Centinaia sono stati i palermitani che hanno dato l’ultimo saluto ad Agostino Cardovino. La sua bara bianca è stata portata in corteo per le strade del quartiere tra lacrime e disperazione degli amici e dei familiari.

Le strade della Noce si sono presto riempite di persone di ogni età che hanno voluto rendere omaggio al giovane morto nella notte fra sabato e domenica. Un lungo corteo, bara in spalla, fino alla chiesa Sacro Cuore di Gesù per il funerale.

Aldilà di come si è verificato l’incidente che è costato la vita ad Agostino, ad essere messo sotto accusa è l’incrocio in cui è morto il giovane. È il parroco della Chiesa di San Gabriele Arcangelo a scrivere un lungo post su Facebook sulla problematica.

“Agostino è la dodicesima vittima dell’Attraversamento Pedonale di Via Perpignano, nato una ventina di anni fa, a seguito della chiusura dello Svincolo.
Una strage, silenziosa e continua.
Dodici vite interrotte, dodici famiglie distrutte. Quante altre vite dovranno essere interrotte, quanto altro sangue deve essere sparso, quante vittime dovranno ancora esserci prima che le Autorità competenti si adoperino per la realizzazione di un cavalcavia o di un sottopassaggio, non solo pedonali?
Può Palermo, nel 2020, essere attraversata da un asse viario come Viale Regione Siciliana, dove non è assicurata l’incolumità né per i pedoni, né per gli automobilisti?”.

Il parroco pone una serie di quesiti sulla pericolosità dell’incrocio di via Perpignano con viale Regione Siciliana.