Nasce bimba della donna in coma per Covid19 al Cervello, primo caso italiano

È nata una bimba all’ospedale Cervello di Palermo. Si tratta di un parto straordinario, essendo quello della donna di 34 anni positiva al Covid19 e ricoverata in Rianimazione da oltre due settimane. La donna ha dato alla luce una bambina di alla trentesima settimana di gestazione. Lo riporta La Repubblica.

Quello avvenuto all’ospedale Cervello di Palermo è il primo parto su una paziente positiva al Coronavirus e sottoposta a coma farmacologico. La piccola pesa 1,4 chili ed è stata affidata alle cure dei neonatologi.

Si tratta della donna di 34 anni originaria del Bangladesh e tornata da Londra. Le sue condizioni trasferita nuovamente in Rianimazione dopo l’intervento chirurgico, restano critiche ma stabili. 

Questa stamattina i medici hanno deciso di intervenire con il parto cesareo. L’intervento è andato bene. La bimba, prematura, è ora affidata alle cure dei neonatologi. 

“L’ulteriore aggravamento delle condizioni cliniche della paziente e in seguito all’ultimo consulto di stamattina tra intensivisti, ostetrici e neonatologi, che hanno svolto un importante lavoro di équipe – dice il primario della terapia intensiva dell’ospedale ‘Cervello’ Baldo Renda – si è deciso di effettuare un taglio cesareo urgente ad inizio di trentesima settimana”. L’intervento, assicura Renda, “è andato bene, la bimba è stata affidata alle cure dei neonatologi e adesso la signora, che purtroppo ha una grave insufficienza respiratoria, è sedata e in coma farmacologico”.

LEGGI ANCHE  Monreale, boom di guariti ma muore per Covid una "memoria della città"
Ricevi tutte le news