Incidente mortale a Bonagia, Peppe muore a 18 anni

La notizia della morte di Peppe è stata subito fatta circolare sui social e ha sconvolto l'intera città di Palermo. Nell'incidente rimasto gravemente ferito anche l'amico Anthony A., di 17 anni

Un’altra tragedia della strada a Palermo. Non ce l’ha fatta Giuseppe Giannalia, uno dei tre ragazzi rimasti coinvolti nell’incidente che si è verificato il 16 maggio a Bonagia. Il ragazzo, 18 anni, è morto all’ospedale a causa delle gravi ferite riportate. Rimasto gravemente ferito anche l’amico Anthony A., di 17 anni.

Il grave incidente stradale è avvenuto poco prima della mezzanotte del 16 maggio, in viale Placido Rizzoto, all’altezza del civico 59 nel popolare quartiere del capoluogo siciliano.

Nello scontro, violentissimo, erano sono rimasti coinvolti due scooter. Due feriti  sono stati rianimati sul posto e intubati prima del trasporto in ospedale. A tutti e tre i medici hanno attribuito il codice rosso a causa dei traumi riportato nel violento scontro. G.B., 28 anni, ricoverato nel reparto di Ortopedia del Civico, ha riportato fratture e lesioni ma non sarebbe in pericolo di vita. 

La notizia della morte di Peppe è stata subito circolata sui social e ha sconvolto l’intera città di Palermo. Sono decine i messaggi lasciati per il giovane che è morto nel fiore della giovinezza.

Gli altri due giovani sono stati ricoverati  in prognosi riservata, ricoverati in Rianimazione, uno al Civico e l’altro al Policlinico. Uno dei due è morto questa sera a causa delle ferite e dei traumi troppo gravi. 

A Bonagia sono intervenute anche quattro pattuglie dei carabinieri e due dell’Infortunistica per ricostruire l’incidente. Decine di residenti sono accorsi per strada per dare aiuto ai ragazzi coinvolti dopo lo schianto.

“Non potevi farmi questo, no, completamente….. Non lo accetterò mai, te ne sei a dari, vita mia, perché, tu eri una persona forte, come hai fatto ad arrenderti? Dovevi lottare e vivere”, si legge sui social.

“Riposa in pace piccola angelo – due e una amica – sei stato come un fratello per me, solo solo gli abbusi che mi facevi, e quante volte al giorno litigavamo, con le tue tostezze sono più che sicura che farai tremare anche il paradiso. Mancherai tantissimo a tutti. ti vorrò per sempre bene”.