The news is by your side.

A Cinisi il funerale di Giuseppe che lascia moglie e 7 figli, in mare ancora 2 uomini

Questa mattina ricominciate le ricerche del peschereccio ‘Nuova Iside’, scomparso mercoledì pomeriggio nel tratto di mare tra San Vito Lo Capo e l’isola di Ustica

0 20

Si sono svolti nella Chiesa Madre Santa Fara di Cinisi, i funerali di Giuseppe Lo Iacono, il pescatore rinvenuto ieri privo di vita al largo di Ustica. Giuseppe Lo Iacono si trovava a bordo del peschereccio Nuova Iside scomparso mercoledì scorso nel mare a lago di Ustica dopo essere salpato da Terrasini.

Il corpo di Giuseppe Lo Iacono, 33 anni, è stato ritrovato ieri nel corso delle attività di ricerca in seguito all’sos lanciato dall’equipaggio composto dal giovane, e dal padre e figlio Matteo e Vito Lo Iacono. I due risultano ancora dispersi. Le ricerche dei due pescatori della motopesca Nuova Iside continuano nel mare tra Ustica e San Vito Lo Capo.

Giuseppe lascia la moglie Cristina Alaimo e 7 figli tutti minorenni. Questo pomeriggio una folla commossa si è unita nel dolore della famiglia che ha dato l’ultimo saluto nella chiesa di Cinisi. “Chi ama non sperimenta la morte – ha detto don Antonio Ortoleva che ha presenziato le celebrazioni -. Giuseppe è stato la costante della sua vita, amore di sposo innamorato di Cristina fino ala fine. Amore di padre per tutti i suoi figli. Amore di amico e per il suo lavoro”. Non ha trovato una roccia nel corso della tempesta – ha continuato il sacerdote – Quello che papà vi ha insegnato non è cancellato e continuerà a ricordarvi la fatica del lavoro e del sacrificio”. Al termine delle esequie a cui hanno partecipato solo i familiari più stretti la piazza è stata avvolta da un applauso che ha accompagnato la benedizione del feretro.

Oggi a Terrasini è stato proclamato il lutto cittadino. Il centro marinaro in provincia di Palermo è stato colpito dalla tragedia del peschereccio Nuova Iside. A proclamarlo è stato il sindaco, Giosuè Maniaci, dopo il ritrovamento del corpo di Giuseppe Lo Iacono, uno dei tre componenti dell’equipaggio. Prevista anche l’esposizione a mezz’asta delle bandiere negli edifici comunali in segno di lutto. “L’evento luttuoso ha colpito profondamente la comunità terrasinese, suscitando smarrimento e sgomento, e il dolore della famiglia Lo Iacono e’ diventato dolore condiviso dell’intera comunità”, dice Maniaci.

Rispondi