Fase 2, Musumeci apre ai rientri in Sicilia scaglionati per necessità

La Sicilia si prepara ad accogliere i siciliani rimasti bloccati all’estero e al Nord Italia. Il Presidente della regione Nello Musumeci ha annunciato che sta per essere approvato un piano per consentire il rientro controllato di numerosi siciliani che hanno chiesto l’aiuto della Regione per poter tornare in Sicilia. Si tratta di casi di estrema necessità ha detto il Governatore che ha chiamato il Ministero dei Trasporti al fine di concordare alcuni rientri scaglionati.

“Abbiamo ricevuto tantissime richieste di cittadini siciliani residenti in Sicilia e che vogliono rientrare. Stiamo concordando con il ministero dei Trasporti una soluzione che ci consentirà di evitare l’esodo registrato nei primi giorni di marzo, quando trovammo centinaia di asintomatici, e di avere un rientro scaglionato consentito solo per i casi di estrema necessita'”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervenendo a Cento Città, su Rai Radio 1, sui rientri dal Nord verso l’Isola. “Mi rendo conto – ha aggiunto Musumeci – di tante esigenze familiari ma vorrei che le famiglie si rendessero conto anche del fatto che il presidente della Regione ha l’obbligo di garantire la salute dell’intera comunità”.

Nelle scorse settimane i rientri dal Nord e dall’estero hanno causato l’aumento dei contagi. I tamponi alle persone rientrate non sono ancora stati ultimati e ogni giorno vengono riscontrati nuovi casi di positività. Obbiettivo di Musumeci è quello di continuare a mantenere l’Isola bloccata ma di valutare caso per caso anche le situazioni di necessità.