Salute e Sanità – Diretta Sicilia https://www.direttasicilia.it Giornale Online di Sicilia Sun, 24 May 2020 09:44:40 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.1 Lo Stato premia la sanità siciliana con 400 milioni di euro https://www.direttasicilia.it/2020/05/24/lo-stato-premia-la-sanita-siciliana-con-400-milioni-di-euro/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/24/lo-stato-premia-la-sanita-siciliana-con-400-milioni-di-euro/#respond Sun, 24 May 2020 09:24:58 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=3437

Un premio di 400 milioni di euro per la sanità della Sicilia. È quanto riconosciuto alla Regione, nei giorni scorsi, dal Tavolo composto dai rappresentanti dei ministeri dell’Economia e della Salute, che monitora l’andamento del Piano di rientro a cui la Sicilia è sottoposta. Sono fondi che sono stati sbloccati in virtù degli obiettivi raggiunti […]

L'articolo Lo Stato premia la sanità siciliana con 400 milioni di euro è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Un premio di 400 milioni di euro per la sanità della Sicilia. È quanto riconosciuto alla Regione, nei giorni scorsi, dal Tavolo composto dai rappresentanti dei ministeri dell’Economia e della Salute, che monitora l’andamento del Piano di rientro a cui la Sicilia è sottoposta.

Sono fondi che sono stati sbloccati in virtù degli obiettivi raggiunti nel 2019 dal governo regionale, relativamente al contenimento dei costi e al contestuale miglioramento nell’erogazione dei servizi sanitari. Come spiega il ministero della Salute, infatti, i “Piani devono contenere sia le misure di riequilibrio del profilo erogativo dei Livelli essenziali di assistenza per renderle conformi con la programmazione nazionale e con il vigente decreto del presidente del Consiglio dei ministri di fissazione dei Lea, sia le misure per garantire l’equilibrio di bilancio sanitario”.

Nota stonata è che l’arrivo del premio arriva a due giorni dallo scandalo che ha travolto la sanità siciliana con l’arresto di 10 persone. Tra gli arrestati c’è l’ormai ex commissario per l’emergenza Covid Antonio Candela.

La comunicazione dell’assegnazione del premio alla sanità siciliana è avvenuta in occasione della periodica riunione di controllo del Piano a cui partecipano i delegati degli uffici ministeriali e quelli dell’assessorato regionale alla Salute. “È un risultato- evidenzia con soddisfazione il presidente della Regione Nello Musumeci- che premia il percorso avviato dal governo regionale. Da un lato si prosegue con un’azione di risanamento dei conti pubblici, dall’altro si ottiene una premialita’ di centinaia di milioni di euro che potranno essere utilizzate per potenziare ancora di più il Sistema sanitario siciliano. Un plauso all’assessore alla Salute Ruggero Razza e ai suoi uffici per l’ottimo lavoro svolto e per il risultato raggiunto. Andiamo avanti”.

L'articolo Lo Stato premia la sanità siciliana con 400 milioni di euro è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/24/lo-stato-premia-la-sanita-siciliana-con-400-milioni-di-euro/feed/ 0
Covid-19, ancora chiarimenti sulle restrizioni in Sicilia https://www.direttasicilia.it/2020/05/23/covid-19-ancora-chiarimenti-sulle-restrizioni-in-sicilia/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/23/covid-19-ancora-chiarimenti-sulle-restrizioni-in-sicilia/#respond Sat, 23 May 2020 10:43:42 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=3425

Arrivano alcuni chiarimenti delle disposizioni contenute nell’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dello scorso 17 maggio. Le novità, contenute in una circolare firmata oggi dal capo della Protezione civile regionale Calogero Foti, riguardano: uso della mascherina; pasticcerie, panifici e tabacchi; teatri; esercizi commerciali in luoghi turistici e di culto; scuole di danza, Parchi […]

L'articolo Covid-19, ancora chiarimenti sulle restrizioni in Sicilia è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Arrivano alcuni chiarimenti delle disposizioni contenute nell’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dello scorso 17 maggio. Le novità, contenute in una circolare firmata oggi dal capo della Protezione civile regionale Calogero Foti, riguardano: uso della mascherina; pasticcerie, panifici e tabacchi; teatri; esercizi commerciali in luoghi turistici e di culto; scuole di danza, Parchi avventura e Parchi acquatici.

Uso della mascherina
La mascherina è un dispositivo di protezione individuale e il suo uso è un segno di rispetto per le persone che ci circondano. Portarla sempre con sé, anche nei luoghi all’aperto, e indossarla quando non si può garantire una distanza interpersonale idonea a proteggere dal rischio del contagio, è un obbligo.

Pertanto, l’impiego della mascherina è previsto nei luoghi pubblici e nei locali dove, così come si legge anche all’articolo 3 del Dpcm del 17 maggio 2020 – “non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza” interpersonale, ad esempio nei mercati, strade affollate, bar, etc.. Pertanto è obbligatorio averla immediatamente disponibile e indossarla quando non sia possibile mantenere adeguata distanza da altri soggetti. A titolo esemplificativo, quindi, se si percorre una strada isolata non è necessario indossarla, mentre in una strada frequentata è obbligatorio. Inoltre, l’ordinanza n.21 all’articolo 23 prevede che la pratica dell’attività motoria deve essere effettuata rispettando il distanziamento di due metri senza l’uso di mascherina che, invece, deve essere indossata al termine in caso di sussistenza delle circostanze sopra riportate Infine, si ricorda che l’utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca non è obbligatorio per i bambini al di sotto dei sei anni e per le persone con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso.

Avvocati dello Stato
L’art.19, co.1 lett.b) dell’ordinanza n.21 del 17 maggio 2020 prevede che “sono esonerati dall’osservanza degli obblighi di cui all’articolo che precede gli appartenenti alle seguenti categorie … “b) appartenenti alle Forze dell’ordine, alle Forze armate, al Corpo dei Vigili del fuoco, il personale dei ruoli della magistratura, i titolari di cariche parlamentari e di governo”. A dette categorie, e segnatamente a quella del personale dei ruoli della magistratura, va assimilata – quanto all’esonero dall’osservanza dell’obbligo di isolamento – quella del personale dei ruoli dell’Avvocatura generale dello Stato e delle Avvocature distrettuali dello Stato.

Pasticcerie, panifici e tabacchi L’art.10, co.1 dell’ordinanza n.21 del 17 maggio 2020, nella parte in cui esclude dall’obbligo di chiusura al pubblico “le farmacie, le edicole, i bar, la ristorazione e i fiorai”, va interpretato nel senso che nel suddetto novero di esclusioni vanno altresì ricompresi, anche alla luce dell’art.3 della medesima ordinanza, le pasticcerie, i panifici e i mercati del contadino che, pertanto, potranno scegliere se osservare o meno l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi, e ciò tenuto conto della omogeneità contenutistica delle attività svolte con quelle espressamente autorizzate dall’ordinanza, e i tabacchi, per le particolari finalità svolte da detti esercizi nelle giornate domenicali e festive.

Teatri
L’art.1, co.1 lett.m) del Dpcm del 17 maggio 2020 prevede che “gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”. Premesso quanto sopra, sono pervenuti alcuni quesiti in ordine alla circostanza se nel numero delle 200 persone indicato dal Dpcm debbano essere ricompresi o meno anche gli operatori e i lavoratori delle suddette sale. Tenuto conto dell’imminente inizio della stagione estiva e della sostanziale residualità degli spettacoli da svolgersi in luoghi chiusi, si chiarisce che nel territorio ella Regione Siciliana, con l’espressione “200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala”, si intendono esclusivamente gli spettatori, fermo restando il rispetto delle regole di distanziamento interpersonale.

Esercizi commerciali in luoghi turistici e in luoghi di culto
I Sindaci possono disporre con proprie ordinanze, nel rispetto degli obblighi di distanziamento interpersonale e di tutte le misure di prevenzione del contagio, l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi degli esercizi commerciali siti in luoghi turistici e in luoghi di culto, con eccezione di supermercati e outlet, per i quali continua a valere l’obbligo di chiusura.

Scuole di danza, Parchi avventura e Parchi acquatici
L’apertura nei giorni domenicali e festivi delle strutture e degli esercizi di cui al presente paragrafo é ammessa, per analogia con la disciplina in materia di attività sportive, a condizione del rispetto integrale, oltre che delle regole del Dpcm del 17 maggio 2020, delle prescrizioni di cui alle circolari del dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico prot.16255 del 3 maggio 2020 e prot.19361 del 21 maggio 2020. Nel rispetto delle medesime prescrizioni, è ammessa l’apertura ordinaria delle Scuole di danza

L'articolo Covid-19, ancora chiarimenti sulle restrizioni in Sicilia è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/23/covid-19-ancora-chiarimenti-sulle-restrizioni-in-sicilia/feed/ 0
Miracolo all’Ismett di Palermo, 11 trapianti in 48 ore salvano la vita a 10 siciliani https://www.direttasicilia.it/2020/05/22/miracolo-allismett-di-palermo-11-trapianti-salvano-la-vita-a-10-siciliani/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/22/miracolo-allismett-di-palermo-11-trapianti-salvano-la-vita-a-10-siciliani/#respond Fri, 22 May 2020 12:39:43 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=3394

Undici trapianti in poco piu’ di 48 ore e undici vite salvate all’Ismett di Palermo. Si tratta di 10 siciliani che grazie all’eccellenza del centro palermitano possono nuovamente tornare a vivere una vita normale. Quella dell’Ismett è la serie di trapianti piu ravvicinata mai realizzata presso lo stesso centro. Un evento che ha mobilitato oltre […]

L'articolo Miracolo all’Ismett di Palermo, 11 trapianti in 48 ore salvano la vita a 10 siciliani è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Undici trapianti in poco piu’ di 48 ore e undici vite salvate all’Ismett di Palermo. Si tratta di 10 siciliani che grazie all’eccellenza del centro palermitano possono nuovamente tornare a vivere una vita normale.

Quella dell’Ismett è la serie di trapianti piu ravvicinata mai realizzata presso lo stesso centro. Un evento che ha mobilitato oltre 80 persone fra medici, infermieri e personale sanitario per 48 ore consecutive.

A questi vanno sommati anche i medici delle rianimazioni coinvolte e il personale del Centro regionale trapianti che ha coordinato tutta la macchina organizzativa. Le equipe coinvolte negli interventi sono state, infatti, 5. Cosi’ come cinque sono state le sale operatorie coinvolte, ovvero tutte quelle abitualmente utilizzate dalle equipe dell’istituto piu’ la cosiddetta ‘Sala Ibrida’, una sala altamente tecnologica realizzata grazie ai fondi europei e che normalmente viene utilizzata per gli interventi di cardiologia interventistica.

“Ho avuto modo di condividere con il Ministro della Salute Roberto Speranza quanto fatto in queste ore dalle équipe dell’ISMETT di Palermo – sottolinea Ruggero Razza, Assessore alla Salute della Regione Siciliana – che non hanno mai cessato la loro attività nemmeno durante la fase più acuta della emergenza Coronavirus. L’ISMETT conferma così la propria naturale vocazione ad una straordinaria eccellenza che deve inorgoglire la sanità siciliana che, soprattutto in queste ore, è destinataria di poco edificanti luoghi comuni”.

In particolare sono stati eseguiti tre trapianti di fegato, cinque trapianti di rene, un trapianto di polmone ed un trapianto di cuore. L’équipe di chirurgia addominale pediatrica ha effettuato un trapianto di fegato da donatore vivente su un bambino di appena 10 mesi portando appunto ad 11 gli interventi eseguiti con successo presso la struttura palermitana.

Grazie ad una serie di donazioni che si sono rese disponibili nel giro di poche ore, è stato possibile dare una nuova speranza a ben 10 pazienti. A rendere possibile la maratona di interventi quattro donazioni che si sono susseguite fra Palermo, Catania ed Agrigento e altri due prelievi che sono stati effettuati in Toscana, a Grosseto e Livorno.

I pazienti sottoposti a trapianto da donatore cadavere sono tutti siciliani.

L'articolo Miracolo all’Ismett di Palermo, 11 trapianti in 48 ore salvano la vita a 10 siciliani è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/22/miracolo-allismett-di-palermo-11-trapianti-salvano-la-vita-a-10-siciliani/feed/ 0
Contagio Coronavirus Sicilia, 6 nuovi casi e zero decessi https://www.direttasicilia.it/2020/05/21/contagio-coronavirus-sicilia-6-nuovi-casi-e-zero-decessi/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/21/contagio-coronavirus-sicilia-6-nuovi-casi-e-zero-decessi/#respond Thu, 21 May 2020 16:09:27 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=3381

Sempre più guariti e meno nuovi pazienti positivi. Continua il trend positivo in Sicilia in merito all’emergenza Covid-19. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 15 di oggi, in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale. Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 127.348 (+3.775 […]

L'articolo Contagio Coronavirus Sicilia, 6 nuovi casi e zero decessi è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Sempre più guariti e meno nuovi pazienti positivi. Continua il trend positivo in Sicilia in merito all’emergenza Covid-19.

Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 15 di oggi, in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.

Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 127.348 (+3.775 rispetto a ieri), su 112.329 persone: di queste sono risultate positive 3.417 (+6), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.522 (-1), 1.627 sono guarite (+7) e 268 decedute (0).

Degli attuali 1.522 positivi, 118 pazienti (-11) sono ricoverati – di cui 11 in terapia intensiva (0) – mentre 1.404 (+10) sono in isolamento domiciliare. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

Intanto la Regione ha ultimato la circolare che dal 25 maggio dara’ il via libera alla riapertura delle strutture sanitarie in Sicilia per le ordinarie prestazioni di ricovero e ambulatoriali, comprese quelle erogate in regime di intramoenia ed extramoenia. L’annuncio e’ arrivato dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, in conferenza stampa a Palermo, parlando della ripresa delle consuete attivita’ sanitarie dopo le misure stringenti adottate nelle scorse settimane per contrastare il contagio da coronavirus.

Tre i criteri che regoleranno la fase della riapertura delle attivita’ sanitarie in Sicilia: il criterio epidemiologico, con il monitoraggio clinico legato ai casi attivi presenti sul territorio ed eventuali casi nelle strutture sanitarie; la mappatura dei dati relativi al numero dei tamponi eseguiti nei laboratori autorizzati; l’adeguata gestione dei posti letto per i pazienti positivi con i percorsi separati nelle strutture dedicate e il corretto trattamento dei casi sospetti.

“Dal 25 di questo mese si riparte perche’ i cittadini siciliani hanno bisogno di ricevere cure – ha aggiunto Razza -. Ripartiranno tutte le prestazioni chirurgiche, quelle ambulatoriali e gli screening, soprattutto quello oncologici. Tutto questo – ha continuato – occorre farlo in sicurezza e con un protocollo preciso che abbiamo individuato. Siamo ottimisti perche’ la sanita’ siciliana ha dimostrato di essere in gamba e reggere all’emergenza ma anche perche’ giochiamo la partita piu’ importante: testimoniare ai siciliani che ci si puo’ fare curare qui e che non c’e’ bisogno di andare altrove”.

L'articolo Contagio Coronavirus Sicilia, 6 nuovi casi e zero decessi è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/21/contagio-coronavirus-sicilia-6-nuovi-casi-e-zero-decessi/feed/ 0
Il chiarimento, “In Sicilia obbligatorio portare la mascherina sempre con sé” https://www.direttasicilia.it/2020/05/18/il-chiarimento-in-sicilia-obbligatorio-portare-la-mascherina-sempre-con-se/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/18/il-chiarimento-in-sicilia-obbligatorio-portare-la-mascherina-sempre-con-se/#respond Mon, 18 May 2020 16:39:39 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=3253

“L’uso della mascherina, oltre che un dispositivo di protezione personale, è un segno di rispetto per le persone che ci circondano. Portarla sempre con sé, anche nei luoghi all’aperto, e indossarla quando non si può garantire una distanza interpersonale idonea a proteggere dal rischio del contagio, è un obbligo”. Lo precisa l’assessorato regionale alla Salute […]

L'articolo Il chiarimento, “In Sicilia obbligatorio portare la mascherina sempre con sé” è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

“L’uso della mascherina, oltre che un dispositivo di protezione personale, è un segno di rispetto per le persone che ci circondano. Portarla sempre con sé, anche nei luoghi all’aperto, e indossarla quando non si può garantire una distanza interpersonale idonea a proteggere dal rischio del contagio, è un obbligo”. Lo precisa l’assessorato regionale alla Salute in merito all’utilizzo in esterna della mascherina previsto dall’ordinanza emanata ieri dal presidente della Regione.

In particolare, viene sottolineato che l’impiego della mascherina è previsto nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico: ad esempio nei mercati, strade affollate o in qualsiasi spazio in cui – così come si legge anche all’art. 3 Dpcm del 17 maggio – «non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza» interpersonale. A titolo esemplificativo, va quindi specificato, che qualora un cittadino si trovasse per strada da solo o comunque ben distanziato da altri soggetti, l’uso del dispositivo di protezione non è obbligatorio, ma resta l’obbligo di averlo sempre con sé.

Come è noto l’ordinanza rileva inoltre che «per coloro che svolgono attività motoria non è obbligatorio l’uso di mascherina o copertura durante l’attività fisica stessa, mantenendo il distanziamento di metri due, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività medesima»: ovviamente qualora si rendesse necessario. Va infine ricordato che l’utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca non è obbligatorio per i bambini al di sotto dei sei anni e per le persone con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso.

L'articolo Il chiarimento, “In Sicilia obbligatorio portare la mascherina sempre con sé” è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/18/il-chiarimento-in-sicilia-obbligatorio-portare-la-mascherina-sempre-con-se/feed/ 0
Covid-19, altri 11 casi in Sicilia e 32 guariti ma c’è una vittima https://www.direttasicilia.it/2020/05/13/covid-19-altri-11-casi-in-sicilia-e-32-guariti-ma-ce-una-vittima/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/13/covid-19-altri-11-casi-in-sicilia-e-32-guariti-ma-ce-una-vittima/#respond Wed, 13 May 2020 16:30:05 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=3114

Sempre meno ricoveri e più guariti in Sicilia dove si registrano altri 11 nuovi casi di Covid19. Scende ulteriormente il numero dei positivi al coronavirus in Sicilia. Il bollettino diffuso quotidianamente dalla presidenza della Regione Siciliana, infatti, registra un calo di 22 contagiati nelle ultime 24 ore: si e’ passati dai 1.911 di ieri ai […]

L'articolo Covid-19, altri 11 casi in Sicilia e 32 guariti ma c’è una vittima è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Sempre meno ricoveri e più guariti in Sicilia dove si registrano altri 11 nuovi casi di Covid19. Scende ulteriormente il numero dei positivi al coronavirus in Sicilia. Il bollettino diffuso quotidianamente dalla presidenza della Regione Siciliana, infatti, registra un calo di 22 contagiati nelle ultime 24 ore: si e’ passati dai 1.911 di ieri ai 1.889 di oggi. Sono 11, invece, i casi scoperti nelle ultime 24 ore. Aumentano i guariti: sono 1.203, 32 piu’ di ieri. Il bollettino registra poi un decesso in più, che fa salire il numero dei morti a 262. Dall’inizio dei controlli, inoltre, i tamponi effettuati sono stati 107.991 (+2.974 rispetto a ieri) su 96.860 persone: di queste sono risultate positive 3.354. Calano anche i ricoverati in ospedale a causa del Covid-19: al momento sono 225, 24 meno di ieri. Scendono anche i ricoveri in terapia intensiva: sono due meno di ieri, 13 in tutta la Sicilia. Per 1.664 positivi, invece, e’ stato disposto l’isolamento domiciliare.

“Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 15 di oggi, in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.
Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 107.991 (+2.974 rispetto a ieri), su 96.860 persone: di queste sono risultate positive 3.354 (+11), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.889 (-22), 1.203 sono guarite (+32) e 262 decedute (+1). Degli attuali 1.889 positivi, 225 pazienti (-24) sono ricoverati – di cui 13 in terapia intensiva (-2) – mentre 1.664 (+2) sono in isolamento domiciliare. Il prossimo aggiornamento regionale avverrà domani”. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

Questi i casi di coronavirus riscontrati nelle varie province dell’Isola, aggiornati alle ore 15 di oggi, così come segnalati dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.
Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 63 (0 ricoverati, 77 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 78 (9, 75, 11); Catania, 679 (56, 273, 95); Enna, 225 (23, 167, 29); Messina, 353 (62, 151, 54); Palermo, 378 (51, 138, 33); Ragusa, 37 (4, 50, 7); Siracusa, 54 (19, 160, 27); Trapani, 22 (1, 112, 5).

L'articolo Covid-19, altri 11 casi in Sicilia e 32 guariti ma c’è una vittima è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/13/covid-19-altri-11-casi-in-sicilia-e-32-guariti-ma-ce-una-vittima/feed/ 0
Dai ricercatori di Palermo nuove frontiere per la cura al Covid-19 https://www.direttasicilia.it/2020/05/08/dai-ricercatori-di-palermo-nuove-frontiere-per-la-cura-al-covid-19/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/08/dai-ricercatori-di-palermo-nuove-frontiere-per-la-cura-al-covid-19/#respond Fri, 08 May 2020 17:26:15 +0000 https://www.direttasicilia.it/?p=2992

Arriva anche uno studio dell’Università di Palermo che mette un altro tassello verso la cura al Covid-19. Da Palermo arriva la proposta di una nuova strategia terapeutica contro l’infezione da Sars-Cov2. Secondo quanto si legge sul sito dell’Unipa, le ultime evidenze sulle infezioni da Coronavirus COVID-19 indicano che l’infezione coinvolge vari organi. Il Covid-19 si […]

L'articolo Dai ricercatori di Palermo nuove frontiere per la cura al Covid-19 è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Arriva anche uno studio dell’Università di Palermo che mette un altro tassello verso la cura al Covid-19. Da Palermo arriva la proposta di una nuova strategia terapeutica contro l’infezione da Sars-Cov2.

Secondo quanto si legge sul sito dell’Unipa, le ultime evidenze sulle infezioni da Coronavirus COVID-19 indicano che l’infezione coinvolge vari organi. Il Covid-19 si associa ad un grave stato infiammatorio, con produzione di sostanze chiamate citochine.

Massimiliano Oliveri, professore ordinario di Neuroscienze Cognitive dell’Università degli Studi di Palermo, in una lettera dal titolo “Neuronal strategies to mitigate COVID19 – associated cytokine storm?” propone un nuovo approccio alla terapia di questa patologia basato sulle interazioni tra sistema nervoso e sistema immunitario. La ricerca è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista Science.

In particolare Oliveri ha osservato che una parte del sistema nervoso  modula la risposta infiammatoria, riducendo la produzione di citochine. Il team di ricercatori Unipa si è concentrato in particolare sulla funzione del cosiddetto nervo vago.

L’idea degli scienziati palermitani si basa sull’applicazione  di una stimolazione non invasiva del nervo vago nei pazienti colpiti da infezione da Coronavirus.

A questo proposito, un altro studio del gruppo di ricerca di Neuropsicologia di UniPa, composto dai professori Oliveri, Tarantino, Mangano e Turriziani ha analizzato le correlazioni fra attivazione del sistema nervoso e stato immunologico della popolazione esposta al virus COVID-19.

L'articolo Dai ricercatori di Palermo nuove frontiere per la cura al Covid-19 è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/08/dai-ricercatori-di-palermo-nuove-frontiere-per-la-cura-al-covid-19/feed/ 0
Covid-19, in Sicilia iniziano i test sierologici sulla popolazione https://www.direttasicilia.it/2020/05/08/covid-19-in-sicilia-iniziano-i-test-sierologici-sulla-popolazione/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/08/covid-19-in-sicilia-iniziano-i-test-sierologici-sulla-popolazione/#respond Fri, 08 May 2020 07:42:33 +0000 http://www.direttasicilia.it/?p=2972

In Sicilia iniziano i test sierologici. Si tratta delle analisi che hanno lo scopo di ricercare gli anticorpi in alcune fasce della popolazione. L’avvio dei test sierologici era stato annunciato dalla Regione a metà aprile con l’intento di «capire la reale diffusione dell’epidemia di Coronavirus». Ieri sera è arrivata la circolare della dirigente generale del […]

L'articolo Covid-19, in Sicilia iniziano i test sierologici sulla popolazione è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

In Sicilia iniziano i test sierologici.
Si tratta delle analisi che hanno lo scopo di ricercare gli anticorpi in alcune fasce della popolazione. L’avvio dei test sierologici era stato annunciato dalla Regione a metà aprile con l’intento di «capire la reale diffusione dell’epidemia di Coronavirus».

Ieri sera è arrivata la circolare della dirigente generale del dipartimento per le Attività sanitarie della Regione, Maria Letizia Di Liberti. È stato dato l’ok a 600 laboratori, tra pubblici e privati, nell’Isola.

In una prima fase le indagini sierologiche di tipo A (quantitativo) saranno effettuate esclusivamente su queste categorie: personale dipendente delle strutture sanitarie pubbliche; medici di Medicina generale, personale dei presidi di continuità assistenziale e personale delle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca); personale dell’emergenza sanitaria, personale sanitario del 118; medici, psicologi e personale di polizia operante nell’amministrazione penitenziaria e i detenuti.

L’onere per queste categorie sarà a carico del sistema sanitario regionale.
Test di tipo A anche per personale sanitario e pazienti a rischio delle strutture sanitarie private; personale e pazienti ricoverati nelle strutture residenziali sanitarie accreditate; personale e ospiti delle Case di riposo; professionisti sanitari privati. Per queste categorie gli oneri sono a carico della struttura, dell’interessato o del datore di lavoro che ne facciano richiesta.I laboratori accreditati al test quantitativo potranno svolgerlo, in una prima fase, solo sulle categorie indicate. Più in là anche ai privati che ne faranno richiesta, a loro carico (circa 35 euro).

Riguardo alle indagini di tipo B (test qualitativo) potranno essere richieste anche da privati cittadini, con costo a loro carico (circa 10 euro).

Infine le indagini di tipo C, test rapido qualitativo (il cosiddetto pungidito). Il costo di questo esame sarà a carico del sistema sanitario regionale se effettuato su: personale delle forze dell’ordine, delle forze armate, dei vigili del fuoco, del corpo forestale e dell’amministrazione della giustizia direttamente coinvolto nella gestione dell’emergenza Covid-19. E ancora sui volontari e i parroci impegnati nel fronteggiare l’emergenza sanitaria; sui cittadini delle ex “zone rosse” dei Comuni di Agira, Salemi, Troina e Villafrati che saranno selezionati dall’Asp competente in quanto soggetti fragili. I privati cittadini che volessero effettuarlo, potranno farlo a loro carico, a una tariffa massima di 10 euro.

L'articolo Covid-19, in Sicilia iniziano i test sierologici sulla popolazione è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/08/covid-19-in-sicilia-iniziano-i-test-sierologici-sulla-popolazione/feed/ 0
Al Policlinico di Palermo Plasma autoimmune per la cura del Covid-19 https://www.direttasicilia.it/2020/05/07/al-policlinico-di-palermo-plasma-autoimmune-per-la-cura-del-covid-19/ https://www.direttasicilia.it/2020/05/07/al-policlinico-di-palermo-plasma-autoimmune-per-la-cura-del-covid-19/#respond Thu, 07 May 2020 14:06:10 +0000 http://www.direttasicilia.it/?p=2958

Per produrre il siero si attiverà l’unità immunotrasfusionale del Policlinico universitario

L'articolo Al Policlinico di Palermo Plasma autoimmune per la cura del Covid-19 è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

Anche a Palermo si inizia a parlare dell’utilizzo del Plasma Autoimmune per la cura del Covid-19. Al Policlinico di Palermo si comincerà ad utilizzare questa tecnica che in altri ospedali ha già dato risultati incoraggianti per il trattamento del Coronavirus.

In attesa di un vaccino, che permetterà di sconfiggere la pandemia, la tecnica del Plasma autoimmune è una delle cure che ha dato esiti importanti.

Secondo alcune fonti su stampa, sarebbe giunto l’ok del comitato etico che ha consentito l’utilizzo del siero ricco di anticorpi, estratto da pazienti guariti dal Covid 19 ed infuso nei pazienti con quadri clinici preoccupanti.

Il plasma viene estratto dal sangue dei pazienti che hanno già superato l’infezione e che hanno sviluppato una buona dose di anticorpi. Per un risultato migliore

Per produrre il siero si attiverà l’unità immunotrasfusionale del Policlinico universitario di Palermo. Sarà necessario innanzitutto cominciare a raccogliere il plasma dai donatori, cioè degli 850 pazienti siciliani guariti. Meglio, dicono gli esperti, se viene utilizzato il sangue di chi è guarito da pochi giorni. Proprio tra loro si cercheranno i volontari per estrarre il sangue e produrre il siero in laboratorio.

In Italia questo tipo di cura è attuata in fase sperimentale contro il covid negli ospedali di Pavia e Mantova. A Pavia la prima sperimentazione ha coinvolto 52 pazienti, la prossima ne dovrebbe coinvolgere 150.

A Mantova questo approccio è stato sperimentato su 25 pazienti. La sperimentazione potrebbe essere avviata a breve anche all’ospedale di Pisa e presso l’Azienda sanitaria del Trentino. In corso test pure all’ospedale di Crema dove i primi risultati sembrano incoraggianti. Nei giorni scorsi i risultati i questa terapia sono stati al centro di un servizio de Le Iene.

L'articolo Al Policlinico di Palermo Plasma autoimmune per la cura del Covid-19 è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/05/07/al-policlinico-di-palermo-plasma-autoimmune-per-la-cura-del-covid-19/feed/ 0
Entro dicembre i primi vaccini “made in italy” contro il Coronavirus https://www.direttasicilia.it/2020/04/30/entro-dicembre-i-primi-vaccini-made-in-italy-contro-il-coronavirus/ https://www.direttasicilia.it/2020/04/30/entro-dicembre-i-primi-vaccini-made-in-italy-contro-il-coronavirus/#respond Wed, 29 Apr 2020 22:00:00 +0000 https://www.direttasicilia.it/2020/04/30/entro-dicembre-i-primi-vaccini-made-in-italy-contro-il-coronavirus/

La strada verso il vaccino contro il Coronavirus sembra essere più corta. Arrivane nuove speranze dal vaccino made in Italy prodotto a Pomezia e sperimentato i Inghilterra dallo Jenner Instiute della Oxford University . Stamattina è arrivato un annuncio che dà altre speranze su tempi del vaccino. “Entro dicembre, se tutti i test daranno gli esiti positivi che […]

L'articolo Entro dicembre i primi vaccini “made in italy” contro il Coronavirus è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>

La strada verso il vaccino contro il Coronavirus sembra essere più corta. Arrivane nuove speranze dal vaccino made in Italy prodotto a Pomezia e sperimentato i Inghilterra dallo Jenner Instiute della Oxford University . Stamattina è arrivato un annuncio che dà altre speranze su tempi del vaccino.

“Entro dicembre, se tutti i test daranno gli esiti positivi che ci auguriamo, ci sarà un primo stock di vaccino anti-Covid disponibile per iniziare la vaccinazione di alcune categorie più fragili”. Lo dice Pietro Di Lorenzo, presidente di Irbm, azienda italiana che sta collaborando con lo Jenner Instiute della Oxford University. L’istituto inglese sta sperimentando il vaccino prodotto in Italia contro il coronavirus.

L’iter prosegue a ritmi serrati. Già nel mese di giugno il prototipo del vaccino sarà sperimentato su altre 5000 persone  se la prima fase, già in atto, dovesse dare esiti positivi. Il vaccino anti-Covid sperimentale messo a punto da Oxford University e Advent-Irbm, ChAdOx1, è stato somministrato finora ad oltre 320 volontari sani evidenziando di essere “sicuro e ben tollerato”. Lo sottolinea a Repubblica la multinazionale AstraZeneca, di cui oggi è stata annunciata la partnership per la produzione e distribuzione del vaccino.

La sperimentazione clinica del potenziale vaccino è iniziata la scorsa settimana su oltre 500 volontari sani in 5 centri in Inghilterra. I risultati di questa prima fase sono attesi entro maggio.

L'articolo Entro dicembre i primi vaccini “made in italy” contro il Coronavirus è stato pubblicato su Diretta Sicilia.

]]>
https://www.direttasicilia.it/2020/04/30/entro-dicembre-i-primi-vaccini-made-in-italy-contro-il-coronavirus/feed/ 0