Lite furiosa tra vicini sfocia nel sangue: coppia massacrata con un’ascia

Tensioni tra vicini culmina in un'aggressione a Ravanusa. Una coppia aggredita con ascia e coltello dal vicino, arresto per tentato omicidio
di Redazione Web
lettura in 1 minuti

Quello che sembrava l’ennesimo diverbio tra vicini si è trasformato in una violenta aggressione ieri a Ravanusa, in provincia di Agrigento. Vittime una coppia di coniugi di 66 e 62 anni, colpiti dal loro vicino di casa rispettivamente con un’ascia e un coltello a serramanico.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, alla base dell’episodio ci sarebbero state tensioni tra le due famiglie che andavano avanti da anni. Ieri però la situazione è degenerata, quando il vicino 68enne ha impugnato ascia e coltello scagliandosi contro i due coniugi.

La coppia è stata immediatamente soccorsa e trasportata all’ospedale Barone Lombardo di Canicattì. I medici hanno riscontrato ferite da taglio giudicate guaribili in 15 e 8 giorni.

Nel frattempo sul luogo dell’aggressione sono intervenuti i Carabinieri che hanno bloccato l’uomo, trovato ancora in possesso delle armi utilizzate. Il 68enne è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e trasferito presso il carcere di Agrigento. I militari dell’Arma hanno posto sotto sequestro ascia e coltello.

Commenta