Lacrime a Modica, la giovane vita di Sandra Spadaro spezzata da un’ischemia

Lacrime e dolore a Modica per la prematura scomparsa di Sandra Spadaro, 34enne stroncata da un'ischemia
di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Lacrime a Modica, la giovane vita di Sandra Spadaro spezzata da un’ischemia

Lacrime e dolore a Modica per la morte di Sandra Spadaro, stroncata a 34 anni da un’ischemia. La notizia della sua scomparsa ha gettato nello sconforto l’intera comunità, dove la donna era molto conosciuta e benvoluta. Nonostante il tremendo dolore, i genitori di Sandra hanno acconsentito all’espianto degli organi, compiendo un gesto di infinita generosità che permetterà di salvare altre vite.

L’ultimo straziante addio

I funerali si terranno domani, martedì 27 febbraio, nella chiesa di San Pietro a Modica. Sarà l’ultimo straziante saluto a una ragazza solare e piena di vita, portata via troppo presto da un destino beffardo. Sandra lascia un vuoto incolmabile tra i suoi cari, gli amici, i conoscenti. Tutti la ricordano per il suo sorriso luminoso, la sua gentilezza, la sua voglia di vivere.

Il ricordo sui social

Lacrime a Modica, la giovane vita di Sandra Spadaro spezzata da un’ischemia
Sandra Spadaro

Sui social network in queste ore fioccano i messaggi in suo ricordo. “Dolce Sandra, non ti dimenticheremo mai”, scrive commosso l’amico Antonio. “Hai lasciato tutti senza parole, Modica piange le tue lacrime e non si dà pace”, sono invece le parole di Gianfranco. Giovanna ricorda il legame speciale che univa Sandra alla sua migliore amica, anch’essa morta giovanissima per una malattia: “Ora siete due stelle che brillano in cielo”.

Un vuoto incolmabile

Parole toccanti che testimoniano quanto Sandra fosse amata e benvoluta. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nelle vite di chi l’ha conosciuta. Ma il suo ricordo continuerà a brillare nei cuori di tutti. E soprattutto, grazie al generoso gesto dei genitori, vivrà ancora in chi riceverà i suoi organi, regalando una nuova speranza.

Commenta