Tragico incidente sull’A18: morto l’ex pilota Giuseppe Pirrone

Pirrone, conosciuto anche con il soprannome "Zerimar", è stato un appassionato pilota di rally, noto per aver partecipato negli anni '60 a cinque edizioni della Targa Florio
di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Tragico incidente sull'A18: morto l'ex pilota Giuseppe Pirrone

Un terribile incidente stradale si è verificato ieri sull’autostrada A18 Messina-Catania, nel tratto in direzione di Messina, all’altezza dello svincolo di Taormina. A perdere la vita è stato Giuseppe Pirrone, 85enne residente a Roccalumera, molto noto nel mondo dei motori messinese.

Secondo una prima ricostruzione, l’anziano, che si trovava alla guida di una Fiat Panda, ha impattato violentemente con il muro di una galleria senza coinvolgere altri veicoli. L’incidente è avvenuto intorno alle ore 10 di questa mattina.

Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 con un’ambulanza da Taormina, la Polizia Stradale di Giardini Naxos e i Vigili del Fuoco di Letojanni, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Pirrone è morto sul colpo a causa dei gravi traumi riportati. Per estrarre il corpo dalle lamiere accartocciate dell’utilitaria si è reso necessario l’intervento dei pompieri.

La rampa autostradale in uscita è stata chiusa temporaneamente dal personale di Autostrade Siciliane per consentire le operazioni di soccorso. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Taormina a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Le cause della tragedia sono ancora al vaglio della Polstrada, che visionerà i filmati delle telecamere di sicurezza, ma dai primi rilievi pare che il conducente abbia perso il controllo del mezzo senza tentare nemmeno di frenare, il che fa supporre che possa essere stato colpito da un malore improvviso.

Pirrone, conosciuto anche con il soprannome “Zerimar”, è stato un appassionato pilota di rally, noto per aver partecipato negli anni ’60 a cinque edizioni della Targa Florio. Ex funzionario di banca e presidente di alcune commissioni automobilistiche messinesi, da poco aveva pubblicato un libro di memorie sulla sua carriera sportiva. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nel mondo dei motori peloritano.

Commenta