Tragedia a Palermo, addio alla pediatra Maria Pia Antinori

Proprio di recente, lo scorso novembre, era stata incaricata di coprire il ruolo di pediatra di base in alcune borgate palermitane
di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Tragedia a Palermo, addio alla pediatra Maria Pia Antinori

Lutto nel mondo della sanità palermitana. È scomparsa prematuramente all’età di 58 anni la dottoressa Maria Pia Antinori, apprezzato medico specializzato in neonatologia. La dottoressa si stava apprestando a diventare pediatra di base in alcune borgate della città, ma un tragico destino ne ha stroncato la vita e i sogni proprio sul più bello.

Antinori, sposata e madre di tre figli, aveva conseguito la laurea in Medicina nel 1990 e successivamente anche la specializzazione in Pediatria nel 1994. Da allora aveva dedicato la sua vita professionale alla cura dei bambini, lavorando presso quasi tutte le strutture sanitarie di Palermo, dalle cliniche private all’ospedale Buccheri La Ferla. Circa 10 anni fa era entrata a far parte dell’Asp 6, prestando servizio soprattutto come pediatra di guardia medica.

Proprio di recente, lo scorso novembre, era stata incaricata di coprire il ruolo di pediatra di base in alcune borgate palermitane (Partanna, Valdesi, Tommaso Natale, Pallavicino e Marinella) presso il Pta Albanese. Il suo incarico annuale era stato istituito per sopperire alla carenza di pediatri dopo il pensionamento di alcuni colleghi. La dottoressa Antinori avrebbe dovuto iniziare a breve a ricevere le prime richieste di assistenza dalle famiglie del territorio.

“Per me il contatto con i bambini è salutare, entro subito in simbiosi con loro – aveva dichiarato recentemente – Da neolaureata ho lavorato a Partanna, ora torno perché è qui che i miei piccoli pazienti hanno bisogno di me”.

Purtroppo un tragico destino ha stroncato anzitempo la vita della dottoressa Antinori, proprio quando stava per realizzare il sogno di prendersi cura dei bambini delle borgate dove aveva mosso i primi passi della sua carriera. La notizia della sua scomparsa ha destato profondo cordoglio e rimpianto tra i colleghi e i pazienti che la stimavano per la sua professionalità e dedizione.

Commenta