Al Policlinico gli emangiomi infantili trattati con terapia innovativa, curati già 500 bambini

Il Policlinico di Palermo ha tagliato il traguardo dei 500 piccoli pazienti curati dagli emangiomi infantili
di Redazione Web
lettura in 2 minuti
al Policlinico uno sciroppo al propranololo per la cura degli emangiomi infantili
Di Pace ed equipe chirurgia pediatrica

PALERMO – Tagliato il traguardo dei 500 pazienti con emangiomi infantili curati. È il risultato raggiunto all’interno dell’ambulatorio dedicato dell’Unità operativa di Chirurgia pediatrica del Policlinico. “Al tradizionale approccio chirurgico o con somministrazione di corticosteroidi, che peraltro non era sempre applicabile né definitivamente soddisfacente, si è sostituito un approccio terapeutico”, spiegano dall’ospedale universitario, che è basato sulla somministrazione di propranololo sciroppo, un farmaco beta-bloccante con effetto vasocostrittore che permette la riduzione e in molti casi la completa scomparsa della lesione.

“La maggior parte degli emangiomi infantili, lesioni vascolari iperplastiche, rilevate, di colore rosso, regredisce spontaneamente. Tuttavia – dice la professoressa Maria Di Pace, responsabile dell’Unità operativa – in circa il 10% dei casi è indicato un trattamento tempestivo perché l’emangioma può essere responsabile di compromissione di funzioni vitali o di inestetismi permanenti, con un impatto importante sulla qualità della vita del piccolo bambino”. Il protocollo con propranololo, inizialmente applicato dalle dottoresse Enrica Agosta e Sandra Foti su un ristretto numero di pazienti, è oggi il “gold standard” per il trattamento di questa patologia.

“È però importante per ottenere effetti ottimali – continua la professoressa Di Pace – che la terapia con lo sciroppo sia iniziata nei primi mesi di vita”. Recenti studi dimostrano inoltre la possibile efficacia dell’applicazione locale di una crema a base di timololo, in alternativa allo sciroppo. “Come in questo caso, un centro di eccellenza accademica e clinica come il Policlinico Paolo Giaccone – conclude la dottoressa – è il contesto ideale per lo sviluppo e la validazione di protocolli clinici che portano a miglioramenti radicali nella cura dei piccoli pazienti”.

Per cominciare la terapia è necessaria una valutazione clinica. La visita chirurgica pediatrica deve essere prenotata tramite il Cup del Policlinico (sito web – telefono 091.2776161) e con richiesta del pediatra curante.

Commenta