Situazione drammatica nei pronto soccorso siciliani: troppo pochi infermieri a lavoro

Riunione del Nursind Sicilia per discutere la situazione della carenza di personale negli ospedali, in particolare nei pronto soccorso
di Redazione Web
lettura in 2 minuti
Situazione drammatica nei pronto soccorso siciliani: troppo pochi infermieri a lavoro

Le dotazioni organiche come tema prioritario nel confronto con i nuovi direttori generali della sanità. È quanto emerso nel corso della riunione del direttivo regionale del Nursind Sicilia che si è riunito a Palermo alla presenza dei segretari provinciali di tutta l’Isola. La carenza di personale dunque al centro del dibattito. È stata analizzata la critica situazione legata alla mancanza di operatori nelle strutture sanitarie e sono state discusse strategie per affrontare questa emergenza che sta compromettendo l’efficienza dei servizi offerti ai cittadini. Ad aprire e condurre i lavori il segretario regionale Salvo Calamia, il vicesegretario Alfredo Guerriero e il vicesegretario nazionale, Salvo Vaccaro.

Situazione drammatica nei pronto soccorso

“Drammatica la situazione dei pronto soccorso in Sicilia – afferma Calamia – con particolare attenzione alla necessità di interventi immediati per migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi di emergenza. Molto difficile anche la situazione nelle carceri. Abbiamo esaminato la delicata situazione in merito all’assistenza infermieristica, ponendo l’accento sulle criticità e cercando soluzioni concrete per garantire luoghi sicuri e salubri per il personale Infermieristico ed un’adeguata assistenza sanitaria ai detenuti”.

Confronto costruttivo con l’assessorato

All’incontro ha partecipato anche il Federico Ferro, componente dello staff per la pianificazione strategica dell’assessorato regionale alla Salute, che ha contribuito alla discussione con il suo prezioso punto di vista e le sue competenze specifiche nel settore.

Impegno per il miglioramento del sistema sanitario

“La riunione – spiega Calamia – si è conclusa con un forte senso di impegno da parte di tutti i presenti nel continuare a lavorare per il miglioramento del sistema sanitario siciliano e per garantire un’assistenza di qualità a tutti i cittadini dell’isola, avviando un confronto serrato con i nuovi direttori sanitari per ottenere misure urgenti per il potenziamento degli organici”.

Commenta