Oltre 8 milioni per la Corleone-San Cipirello: consegnati i lavori

La messa in sicurezza di questa arteria stradale riveste notevole importanza per i collegamenti nell'entroterra palermitano
di Redazione Web
lettura in 3 minuti
Oltre 8 milioni per la Corleone-San Cipirello: consegnati i lavori

Sono stati consegnati ieri i lavori per la sistemazione delle frane lungo la Strada Provinciale 4 Corleone-San Cipirello, per un costo complessivo di 8.670.299 euro. I lavori, suddivisi in 3 lotti, prevedono la realizzazione di interventi strutturali per la messa in sicurezza di diversi tratti critici della SP4, soggetti negli anni a continui cedimenti e smottamenti.

Il lotto 1, del valore di 5.300.000 euro, riguarda gli interventi alle chilometriche 8+700, 9+000 e 9+300, dove verranno costruiti muri di contenimento e installate barriere paramassi. Il lotto 2, dal valore di 1.370.299 euro, interessa invece i km 9+000, 9+300 e 9+800 con opere simili. Infine, il lotto 3 da 2 milioni di euro prevede lavori ai km 18+400 e 19+000.

I lavori, che dureranno circa 18 mesi, consentiranno la sistemazione definitiva del piano viabile. Verranno realizzati muri di sostegno in cemento armato alti fino a 4,5 metri, fondati su pali infissi nel terreno anche fino a 20 metri di profondità. Inoltre sono previste gabbionate e trincee drenanti a monte della carreggiata per convogliare le acque piovane.

La messa in sicurezza di questa arteria stradale riveste notevole importanza per i collegamenti nell’entroterra palermitano. La SP4 è infatti uno dei principali collegamenti tra Corleone e i comuni limitrofi con la statale 121 verso Palermo. I frequenti cedimenti hanno creato in passato non pochi disagi alla viabilità, con strada chiusa e centri isolati per giorni.

Oltre a questi interventi già appaltati, sono previsti a breve lavori tra il km 10 e il km 14 per un valore di 2,5 milioni di euro. È stata inoltre siglata una convenzione tra Città Metropolitana e Regione Sicilia per la progettazione della sistemazione complessiva dell’intero asse Corleone-San Cipirello e della SP2 San Cipirello-Partinico.

L’attenzione al miglioramento della rete viaria nelle aree interne è stata ribadita ieri nel corso di un incontro sulla viabilità di interconnessione tra Corleone, Palermo, Sciacca e Trapani. I sindaci hanno sottolineato l’esigenza di ammodernare diverse arterie per migliorare accessibilità e sicurezza. La Città Metropolitana si è impegnata ad inserire gli interventi nel piano triennale delle opere pubbliche.

Al dibattito sono intervenuti i sindaci di Campofiorito Giuseppe Oddo, di Bisacquino Tommaso Di Giorgio, di Prizzi Antonella Comparetto, di San Giuseppe Iato Giuseppe Siviglia, di San Cipirrello Vito Cannella, di Chiusa Sclafani Francesco Di Giorgio, di Palazzo Adriano Nicola Grana’. Al termine Nicolò Nicolosi sindaco di Corleone ha manifestato compiacimento per i risultati raggiunti, ribadendo che i sindaci continueranno a vigilare perché in tempi ravvicinati possano realmente trovare soluzioni le tante criticità esistenti, attraverso l’ ammodernamento delle strade del comprensorio, con particolare riferimento alla SP4, alla Sp45/27, alla Sp34, alla Sp12 e alla Sp44.

Commenta