A C’è Posta per Te i siciliani Sergio e Marta commuovono tutti

Un padre e una figlia di Siracusa sono stati i protagonisti dell'ultima puntata di “C’è Posta per te”
di Redazione Web
lettura in 3 minuti
A C'è Posta per Te i siciliani Sergio e Marta commuovono tutti

La quarta puntata di C’è Posta Per Te, giunta alla 27esima edizione, si è aperta sabato 3 febbraio con la toccante storia di Sergio e delle sue figlie Marzia e Sofia, di Siracusa. Sergio ha mandato l’invito a C’è Posta per Te alla figlia diciottenne Marzia per chiederle scusa e dimostrarle tutto il suo amore.

Una famiglia provata dalla malattia

Poco tempo fa la famiglia siciliana è stata tragicamente segnata dalla scomparsa della madre, portata via in poco più di un anno da una terribile malattia. Da quando la moglie è morta, Sergio si prende cura a tempo pieno delle figlie, diventando un padre sempre presente dopo aver passato molto tempo lontano da casa per lavoro.

Le scuse di un padre addolorato

Nella lettera letta in studio da Maria De Filippi, Sergio chiede scusa alle figlie per essersi concentrato troppo sul proprio dolore trascurando il loro dopo la morte della moglie. Si definisce incapace di accogliere il loro dolore ma promette che da ora in poi sarà sempre presente nelle loro vite.

L’incontro emozionante con Michele Morrone

Per la diciottenne Marzia arriva poi un regalo inaspettato e molto gradito: la sorpresa di Michele Morrone, suo attore preferito. Visibilmente emozionato, Morrone scende le scale dicendo di rivedersi molto nella storia di Marzia e definendo suo padre un eroe. L’attore regala a Marzia il copione autografato del suo film 365 Giorni, scrivendo una dedica speciale solo per lei. “Mi sono molto affezionato a questa storia, e anche emozionato, – ha detto l’attore – perché anche io sono papà di due bambini che vivono lontani da me perché sono in Libano con la mamma”. Per finire, Michele Morrone ha regalato il copione originale del suo film “365 giorni”. “Questo è il copione originale del mio film (365 giorni, ndr) che so che ti è piaciuto. Te lo regalo e c’è anche una piccola dedica. Te lo regalo molto volentieri”, ha concluso l’attore.

Un finale di speranza

Prima dell’apertura della busta, che sancisce il ricongiungimento tra padre e figlia, Sergio promette che sarà meno geloso e apprensivo con la sua bambina, permettendole di spiccare il volo verso i suoi sogni e la carriera universitaria. Una storia toccante che si chiude con la speranza di un nuovo inizio.

Commenta