Becca il ladro in casa e chiama i Carabinieri: arrestato palermitano

L'allarme è scattato quando il giovane proprietario dell'appartamento ha udito rumori sospetti provenire da una delle camere
di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Un tentativo di furto terminato con l’arresto del ladro. È quanto accaduto domenica mattina a Borgo Molara, in via Cartiera, tra Palermo e Monreale. Il proprietario di un appartamento ha sorpreso un uomo introdottosi furtivamente in casa sua e ha immediatamente chiamato il 112.

In pochi minuti una pattuglia del Nucleo radiomobile dei carabinieri è giunta sul posto e ha bloccato il malvivente, un 54enne palermitano, che nel frattempo stava rovistando nelle stanze dell’abitazione alla ricerca di oggetti di valore da rubare.

L’allarme è scattato quando il giovane proprietario dell’appartamento ha udito rumori sospetti provenire da una delle camere. Capendo subito che poteva trattarsi di un intruso, l’uomo è riuscito a mantenere la calma e si è allontanato con cautela, chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine.

In pochi istanti una pattuglia di carabinieri è giunta sul posto e ha fatto irruzione nell’abitazione, cogliendo in flagrante il ladro che stava rovistando in quella che pare fosse la camera da letto del proprietario. L’uomo, un pregiudicato di 54 anni residente in zona, non ha opposto resistenza ed è stato immediatamente ammanettato e arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il malvivente sarebbe entrato nell’appartamento forzando una finestra sul retro, convinto che all’interno non vi fosse nessuno. Invece il proprietario, rientrato in casa proprio in quei minuti, si è accorto della presenza dell’intruso e con prontezza di spirito è riuscito a far intervenire i carabinieri senza mettersi in pericolo.

L’arrestato, che ha diversi precedenti penali, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice, che dovrà decidere se convalidare il fermo e quali misure applicare nei suoi confronti.

Commenta