Si alza di notte, scivola e muore battendo la testa: tragedia a Palermo

Un drammatico incidente domestico si è verificato ieri a Palermo, dove un’operatrice sanitaria di 52 anni, M.R., è stata trovata senza vita all’interno della sua abitazione in via Marchese Natale, nel quartiere Tommaso Natale. La donna, che lavorava come infermiera presso il Policlinico di Palermo, viveva da sola nell’appartamento dove è avvenuto il fatto.

A fare la tragica scoperta è stato il cognato della vittima, intervenuto sul posto intorno alle 13 di ieri dopo che i familiari, preoccupati per il prolungato silenzio della donna, avevano deciso di controllare. L’uomo è entrato nell’abitazione utilizzando un secondo mazzo di chiavi in possesso dei parenti e ha rinvenuto il cadavere riverso sul pavimento, con il volto tumefatto e una profonda ferita da cui aveva perso molto sangue.

Immediatamente è scattato l’allarme al 112 e sul posto sono intervenuti gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato e un’ambulanza del 118, ma per la 52enne non c’era ormai più nulla da fare. Successivamente sono giunti anche gli specialisti della Polizia Scientifica, che hanno effettuato i rilievi necessari ad accertare la dinamica e le cause esatte dell’incidente.

Stando alle prime ricostruzioni, sembra che la donna si fosse coricata normalmente la sera precedente per andare a dormire. Durante la notte però si sarebbe alzata, forse per recarsi in bagno o in cucina, e proprio in quel frangente sarebbe scivolata battendo violentemente la testa sul pavimento di casa. Non è ancora chiaro se la caduta sia stata provocata da un malore improvviso o da un inciampo accidentale. L’impatto sul pavimento è stato comunque fatale e ha provocato il decesso della 52enne.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale