Orrore in Sicilia, donna trovata morta in casa: è giallo, ipotesi rapina finita in tragedia

Mistero ad Agrigento per la morte di un’anziana donna trovata senza vita nella sua abitazione: ipotesi rapina finita in tragedia. Indagini in corso

Mistero ad Agrigento per la morte di un’anziana donna trovata senza vita nella sua abitazione in via Gamez. Si tratta di Concetta Conti, 80enne che viveva da sola al secondo piano di una palazzina nel pieno centro della città. La scoperta risale a martedì 2 gennaio, quando alcuni vicini di casa, non avendo più notizie della donna da diversi giorni, hanno dato l’allarme.

Ritrovamento del cadavere in casa

I vigili del fuoco, una volta entrati nell’appartamento, hanno fatto la macabra scoperta: il cadavere dell’ottantenne riverso sul pavimento del soggiorno. Le prime ipotesi parlano di una morte risalente ad almeno 5 giorni prima del ritrovamento. La salma presentava una vistosa ferita alla testa, mentre la porta d’ingresso mostrava segni di effrazione. Inoltre l’intero appartamento appariva completamente a soqquadro, quasi certamente frutto di una rapina.

Indagini in corso

La Procura di Agrigento, che sta coordinando le indagini della squadra mobile, ha aperto un fascicolo contro ignoti con l’ipotesi di reato di rapina. L’autopsia disposta nelle prossime ore farà luce sulle esatte cause del decesso e chiarirà se la morte della donna sia effettivamente avvenuta durante un tentativo di furto in casa o per una banale caduta accidentale.

Nel frattempo in queste ore gli investigatori stanno ascoltando i vicini di casa, ancora increduli e sconvolti per l’accaduto: “Non abbiamo sentito rumori sospetti negli ultimi giorni. Quando sono arrivati i soccorsi pensavamo si fosse sentita male” racconta una di loro. I residenti descrivono l’anziana come una donna tranquilla e riservata.

Analisi telecamere di sicurezza

Gli inquirenti stanno inoltre analizzando i filmati delle telecamere di sicurezza presenti nella zona per trovare indizi utili a ricostruire la dinamica e individuare i responsabili del presunto furto finito in tragedia. L’appartamento della vittima si trova infatti tra via Atenea e via Porcello, due strade centralissime e molto trafficate della città siciliana.

Continua a leggere le notizie di DirettaSicilia, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale