Arriva il Burian siberiano, crollo termico con freddo e maltempo

di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Una fase di maltempo con pioggia e freddo si sta avvicinando in tutta Italia e anche in Sicilia l’Epifania potrebbe essere nel segno del brutto tempo.

In particolare, le prime giornate del 2024 saranno caratterizzate da un andamento stazionario del meteo, ma secondo le previsioni, da venerdì 5 gennaio una perturbazione raggiungerà le regioni centro-settentrionali e nella giornata dell’Epifania scenderà su quelle centro-meridionali e sulle Isole, con condizioni di maltempo anche intenso. Sono previsti temporali rafforzati da vento forte e freddo.

«Lo stesso vortice – fanno sapere gli esperti di 3BMeteo – potrebbe attardarsi sul Mediterraneo centrale fino all’inizio della settimana successiva, alimentato da una possibile irruzione di correnti artiche, responsabili anche di un sensibile rinforzo dei venti intorno allo Stivale. Se la tendenza sarà confermata dovremmo attenderci ulteriori condizioni di instabilità al Centro-Sud, con episodi di maltempo accompagnati da nevicate in abbassamento di quota sull’Appennino». Anche in Sicilia quindi porterà temperature più basse, a partire da giovedì sera e per tutto il week end. Sono attese abbondanti piogge. Dal 9 gennaio, poi, ovvero il Burian siberiano investirà tutta l’Europa, provocando ancora un sensibile calo delle temperature.

In Sicilia, dunque, tempo stabile nei prossimi giorni con sole che si alterneranno alle nuvole. Da venerdì il cielo nell’Isola sarà coperto e le temperature inizieranno a calare. Abbondanti piogge previste per sabato 6 gennaio, quando un’area di bassa pressione abbraccerà la regione determinando una giornata di tempo maltempo, in particolar modo al mattino.

Le temperature subiranno un crollo termico. Andrà un poco meglio il 7 gennaio, soprattutto nella parte nord della Sicilia con la pioggia che dovrebbe lasciare spazio ad un timido sole. Ancora precipitazioni, invece, a sud-est dell’isola. Dal 9 gennaio, però, attese nuove piogge e un abbassamento delle temperature.

Commenta