Palermo, blitz antidroga al Villaggio Santa Rosalia: tre arresti

I finanzieri del Comando Provinciale di Palermo, hanno tratto in arresto 3 soggetti e sequestrato quasi 30 Kg di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in panetti, e 1,1 Kg di cocaina, per un valore al “dettaglio” di circa 400mila euro
di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Nei giorni scorsi i finanzieri del Comando Provinciale di Palermo, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, 3 soggetti e sequestrato quasi 30 Kg di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisa in panetti, e 1,1 Kg di cocaina, per un valore al “dettaglio” di circa 400mila euro.

In particolare, i Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego, durante un turno di servizio serale di controllo del territorio, notavano a distanza un soggetto aprire con molta circospezione la saracinesca di un box in zona Villaggio Santa Rosalia per consentire l’ingresso di un’autovettura.

I militari, dopo aver rilevato che una seconda auto sopraggiungeva sul luogo, decidevano di avvicinarsi al box e avvertendo da subito un forte odore di sostanza stupefacente prontamente intervenivano. All’interno venivano sorpresi tre soggetti intenti ad armeggiare con fare furtivo all’interno dell’auto. Con l’ausilio del cane pastore tedesco “Nico” dell’unità cinofila intervenuta, si procedeva alla perquisizione delle auto sopra indicate.

L’attività di servizio consentiva di rinvenire nell’auto parcata all’interno del box 150 panetti di hashish riportante la scritta “BIO” e un panetto di cocaina con la scritta “550” occultati all’interno dei pannelli delle portiere nonché nel vano adibito alla ruota di scorta nel cofano posteriore.

Dai documenti rinvenuti a bordo delle 2 autovetture si è potuto ricostruire l’itinerario dei veicoli che, presi a noleggio in Piemonte, erano serviti per il trasporto dello stupefacente rinvenuto, dalla Puglia in Sicilia. Pertanto, i tre soggetti, tratti in arresto, sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la traduzione presso la Casa Circondariale Pagliarelli, nonché il sequestro della sostanza stupefacente.

Commenta