Finiti i lavori sul Ponte Corleone: riapre l’intera carreggiata

Dopo la riapertura, i lavori proseguiranno con cantierizzazioni temporanee notturne per la posa dei nuovi giunti di dilatazione
di Redazione Web
lettura in 4 minuti
Finiti i lavori sul Ponte Corleone: riapre l'intera carreggiata

Nella notte tra mercoledì 20 e giovedì 21, sulla carreggiata in direzione Catania del ponte Corleone lungo viale Regione Siciliana a Palermo, saranno eseguiti gli interventi di posa della pavimentazione definitiva e della segnaletica orizzontale. Dalle prime ore della mattina di giovedì 21 dicembre, sarà pertanto possibile percorrere il ponte in direzione Catania senza alcuna deviazione in approccio, liberando completamente il piano viabile sia dal cantiere fisso installato negli ultimi due mesi che dal restringimento di carreggiata degli ultimi anni.

I lavori sul Ponte Corleone, infatti, hanno finora interessato la sola carreggiata in direzione Catania, unica finanziata con un investimento complessivo pari a circa 7 milioni di euro, in attuazione della Convenzione sottoscritta nel settembre del 2022 tra il Commissario Straordinario dell’opera, Matteo Castiglioni, il Sindaco di Palermo, Roberto Lagalla e Anas, individuata come Stazione Appaltante dell’intervento di risanamento e adeguamento strutturale dell’importante ponte ad arco che scavalca il fiume Oreto.

“Quello compiuto negli ultimi due mesi è un passo molto importante verso l’obiettivo primario: la sicurezza degli automobilisti che transitano dal ponte Corleone. Siamo consapevoli dei disagi che si sono creati per la circolazione, ma l’impegno preso è stato mantenuto e i tempi sono stati rispettati, riaprendo la carreggiata in direzione Catania entro Natale. Ringraziamo il Commissario straordinario Castiglioni e l’Anas come stazione appaltante per la proficua collaborazione che si è instaurata e tutti questi aspetti dimostrano come la scelta dell’amministrazione di firmare, solo un anno fa, la convenzione con il Commissario straordinario fosse l’unica strada percorribile per far partire i cantieri su un’infrastruttura necessaria e strategica per la città”, affermano il sindaco Roberto Lagalla e l’assessore alle Opere pubbliche Salvatore Orlando.

Dopo il risanamento e rinforzo strutturale degli elementi portanti del ponte quali pile, ritti, solette, travi e arcate in calcestruzzo armato, anche con l’impego di fibre di carbonio e armature integrative, a partire dal 16 ottobre, con previsione di ultimazione in due mesi, Anas aveva avviato il cantiere al di sopra del piano viabile per l’esecuzione dei lavori di rinforzo e impermeabilizzazione della soletta, installazione di barriere di sicurezza a norma, risanamento dell’attuale marciapiedi e rifacimento della pavimentazione, in pieno coordinamento con gli Uffici del Genio Civile di Palermo che ha garantito immediatezza nella valutazione e autorizzazione delle varie istanze per lavori strutturali.

Tali interventi, svolti in tre fasi successive interessando prima la corsia di destra e l’attuale marciapiedi, poi la corsia centrale e infine la corsia di sinistra e l’aiuola spartitraffico, sono stati eseguiti con doppi turni di lavoro anche notturni, al fine di ridurre al minimo il disagio per l’utenza stradale e si sono conclusi nei tempi previsti restituendo alla cittadinanza il piano viabile libero dal cantiere prima delle ferie natalizie.

Dopo la riapertura, i lavori proseguiranno con cantierizzazioni temporanee notturne per la posa dei nuovi giunti di dilatazione e, al di sotto del piano viabile, per completare gli ultimi rinforzi strutturali in corrispondenza degli appoggi a mensola al fine di eliminare definitivamente le limitazioni di carico oggi vigenti.

Commenta