Piogge e venti forti: allerta meteo gialla in mezza Sicilia

I meteorologi parlano di "infiltrazioni umide" in arrivo sulla Sicilia, che porteranno cieli molto nuvolosi o coperti su gran parte della regione
di Redazione Web
lettura in 2 minuti

Dopo una serata e una nottata di piogge che hanno bagnato la Sicilia nel giorno dell’Immacolata, per oggi la Protezione Civile ha diramato un’allerta gialla per rischio idrogeologico in ben 5 province dell’isola.

Secondo le previsioni meteo, forti temporali e raffiche di vento fino a burrasca interesseranno nelle prossime ore le province di Catania, Messina, Siracusa, Ragusa ed Enna. I meteorologi parlano di “infiltrazioni umide” in arrivo sulla Sicilia, che porteranno cieli molto nuvolosi o coperti su gran parte della regione.

Già dalla mattinata di oggi, sul litorale ionico sono attese piogge e temporali localmente intensi, con rischio di fenomeni alluvionali soprattutto nelle zone interne. I temporali tenderanno ad esaurirsi nel corso del pomeriggio. Le temperature rimarranno stabili, con massime comprese tra 10 e 17°C, ma il vento soffierà con raffiche fino a 70-80 km/h sulle zone ioniche.

Alle Eolie il vento mette in crisi i collegamenti marittimi. La nave della Green Fleet, dei rifiuti, ha dovuto lasciare la banchina di Sottomonastero a Lipari che è flagellata dai marosi. Gli aliscafi della Liberty Lines che garantiscono tra non poche difficoltà le corse per Milazzo, attraccano nello scalo alternativo di Punta Scaliddi. Ma qualche corsa dalla città mamertina anche per Vulcano, Lipari e Salina è stata sospesa.

Interrotti i collegamenti con le isole minori. Per Stromboli e Panarea in qualche corsa si viaggia con riserva per i rischi nell’attracco. Per le navi sospesa la corsa da Milazzo delle 7. La Laurana mancherà per una decina di giorni per problemi igienico-sanitari. Passeggeri e mezzi hanno anticipato la partenza nel cuore della notte: alle 2,05 e da Vulcano alle 3,40 con arrivo in terraferma intorno alle 4,30.

Commenta