Lutto a Monreale, è morto don Pietro Scalia: una vita spesa per la Chiesa e i giovani

La diocesi di Monreale è in lutto per la scomparsa di don Pietro Scalia, stimato sacerdote e punto di riferimento spirituale e formativo per generazioni di giovani
di Redazione Web
lettura in 3 minuti
Lutto a Monreale, è morto don Pietro Scalia: una vita spesa per la Chiesa e i giovani

Monreale – La diocesi di Monreale è in lutto per la scomparsa, all’età di 65 anni, di don Pietro Scalia. Il sacerdote è deceduto ieri, domenica 3 dicembre, dopo essere stato ricoverato d’urgenza in ospedale per il complicarsi delle sue condizioni di salute.

L’annuncio della morte di don Scalia è stato dato dall’arcidiocesi di Monreale tramite la pagina Facebook diocesana. “Nella prima domenica di Avvento, l’invito a vegliare per essere pronti ad accogliere il Signore che viene si è compiuto pienamente per il nostro carissimo don Pietro Scalia: ora ha incontrato “faccia a faccia” il Signore della vita che da sempre ha atteso, servito e desiderato” si legge nel comunicato.

Una vita spesa al servizio della Chiesa di Monreale

Don Pietro Scalia era originario di Partinico, città dove era nato nel 1952. Venne ordinato sacerdote il 27 giugno 1981 dall’allora vescovo di Monreale, monsignor Salvatore Cassisa. Ha ricoperto diversi incarichi di rilievo all’interno della diocesi di Monreale. Era delegato episcopale per la vita consacrata e presidente dell’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero. Inoltre, per molti anni è stato docente di religione presso il liceo classico Emanuele Basile di Monreale, dove ha formato intere generazioni di studenti che oggi lo piangono come un maestro e un educatore.

Numerosi i messaggi di cordoglio giunti alla diocesi di Monreale da parte di fedeli, confratelli sacerdoti e autorità civili del territorio, a testimonianza dell’impegno profuso da don Scalia a servizio della Chiesa locale. “La sua morte improvvisa rattrista tutti noi. Raccomandiamo all’amore misericordioso del Padre questo nostro fratello sacerdote fedele, zelante e generoso” ha detto l’arcivescovo di Monreale, monsignor Gualtiero Isacchi.

I funerali di don Pietro Scalia saranno celebrati domani, martedì 5 dicembre, nella chiesa madre di Partinico, sua città natale. La salma del sacerdote è stata trasferita oggi pomeriggio nella chiesa del Rosariello di Partinico, dove i fedeli potranno portare il loro saluto. Alle 19 si terrà una celebrazione di preghiera in suffragio dell’anima del compianto sacerdote. La scomparsa di don Scalia priva la diocesi di Monreale di un punto di riferimento spirituale e pastorale, un sacerdote stimato per le sue qualità umane e spirituali oltre che per il suo impegno nella formazione delle nuove generazioni e nella testimonianza quotidiana del Vangelo.

Commenta